Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La commissione Esteri a Brindisi: "Cruciale la cooperazione con la base Unhrd"

 

Una delegazione della commissione Affari esteri e comunitari della Camera dei deputati guidata dalla presidente Marta Grande ha visitato stamattina (lunedì 13 maggio) la sede del Centro Servizi Globale delle Nazioni Unite (Ungsc) e la base di pronto intervento umanitario delle Nazioni Unite (Unhrd) di Brindisi.

a511b011-0d4e-42b3-9658-059f2f49688b-2

I parlamentari sono stati accolti dal direttore di Ungsc, Michel Bergeron, dalla manager di Unhrd, Marta Laurienzo, e dal comandate del distaccamento aeroportuale di Brindisi, colonnello Giambattista Degiuli. Presenti all’incontro anche i massimi rappresentanti delle istituzioni locali.

eca0aeab-6d75-476d-a248-0500394c1216-2

Obiettivo della visita è stato quello di consolidare il rapporto di collaborazione fra lo Stato italiano e la cooperazione internazionale, che nella base Unhrd di Brindisi ha no dei suoi snodi cruciali. Dall’aeroporto di Brindisi partono infatti voli di aiuti umanitari a sostegno delle popolazioni colpite da guerre e calamità, dall’Africa all’Asia.

Per questo, come rimarcato dalla stessa Marta Grande nella videointervista, non vi è alcun dubbio sulla volontà, da parte del ministero degli Esteri, di tenere aperta la base di Brindisi di Ungsc e Unhrd. Michel Bergeron rimarca a tal proposito l'importanza dalla sinergia fra la cooperazione internazionale e i governi nazionali. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento