Dal traffico di migranti alla vela solidale: "Baron", la barca confiscata alla mala

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

E’ stata utilizzata per il trasporto di migranti, fra la Turchia e le coste pugliesi. Ora accoglierà studenti e giovani ospiti di case famiglia e associazioni sociali, nell’ambito di una serie di iniziative all’insegna della solidarietà. “Baron”, barca a vela lunga 43 piedi confiscata alla malavita, sarà la protagonista della nuova di edizione di Conoscersi in regata, una manifestazione organizzata dall’associazione Gv3 che venerdì 7 a domenica 9 giugno si svolgerà presso il lungomare Regina Margherita, nell’ambito delle iniziative legate alla regata internazionale Brindisi-Corfù.

L’evento è stato presentato presso il porticciolo Marina di Brindisi, nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il presidente di Gv3, Giovani Laus, l’assessore comunale Oreste Pinto, il presidente del Circolo della Vela Brindisi, Teo Titi, il presidenre della Lega Navale Brindisi, Roberto Galasso, il comandante della Capitaneria di porto di Brindisi, Giovanni Canu.

Potrebbe Interessarti

  • Tentato suicidio, zona bloccata: mediazione in atto

  • San Pietro Vernotico, sette indagati: sindaco ai domiciliari

  • Arrestato sulla nave da crociera: indagato per rapina

  • Auto in tilt: parte da sola, si incendia e finisce contro una facciata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento