Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Aeroporto di Brindisi, arriva il mezzo decongelatore per gli aerei

 

BRINDISI - Basta con lo scongelamento delle ali a secchiate. Si è tenuta stamani, presso l’aeroporto del Salento di Brindisi, la cerimonia di consegna del nuovo mezzo de-icer destinato da Aeroporti  di Puglia allo scalo. Alla manifestazione sono intervenuti il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, l’assessore regionale ai Trasporti, Gianni Giannini, e il sindaco di Brindisi Riccardo Rossi.

Il  de-icer in dotazione all’Aeroporto del Salento di Brindisi è Vestergaard Elephant. Il mezzo, di fabbricazione danese, dispone di un cestello con elevazione sino a 12 metri, tale da consentire interventi sia su aeromobili di categoria C (B737, Airbus A320), sia su aeromobili di categoria D, con apertura alare sino a 52 metri (B767 – B757).

Il decongelatore per aerei in dotazione all'Aeroporto del Salento (2)-2-2

Il mezzo dispone, inoltre, di un serbatoio con una capacità di 5600 litri che ne consente un’autonomia continuativa di circa 10 interventi prima della successiva ricarica di fluido antigelo. Il mezzo è dotato anche di un sistema di miscelazione automatica acqua/antigelo a percentuali variabili in funzione delle specifiche condizioni meteo al suolo.

In arrivo inoltre i turisti russi: nel corso dell’incontro è stata annunciata anche la programmazione charter che nell’estate 2020 collegherà Mosca e Kiev con l’aeroporto del Salento. I voli, per un totale di 38 rotazioni, verranno operati ogni sabato dal 30 maggio a inizio ottobre. Il presidente della Regione, Michele Emiliano, nel corso della videointervista si è soffermato anche sulla questione di Cittadella della Ricerca, dove potrebbe essere insediato il team italo-russo per una ricerca sugli isotopi, e a lungo anche sulla vertenza Cmc e sulla questione delle delocalizzazioni delle commesse di Leonardo Elicotteri.

D'Attis e Gasparri: "Sembra che Emiliano stia facendo una concessione allo scalo brindisino"

"A Brindisi oggi il Presidente della Regione Michele Emiliano ha consumato una delle pagine più brutte della sua esperienza al governo della Puglia. E’ venuto a Brindisi per la cerimonia di consegna di un camioncino che serve a togliere il ghiaccio dalle ali degli aerei. Sapete bene che il problema della mancanza del de-icer è stato sollevato da me dopo che le ali di un aereo della Ryanair furono scongelate con dei secchi di acqua calda. Si pensi che, dopo la risonanza mediatica data alla notizia, ne parlarono anche all’estero di questa storia incredibile verificatasi nell’aeroporto di Brindisi".

dattis gasparri-2

"Adesso sembra che Emiliano stia facendo una concessione allo scalo brindisino. Davvero incredibile. Spero che i pugliesi caccino via lui e la sua coalizione dal governo della Regione, lasciando spazio ad una classe dirigente su cui stiamo lavorando per presentarci al meglio al cospetto dei cittadini”.

Lo ha affermato il parlamentare brindisino Mauro D’Attis a margine di una iniziativa di Forza Italia svoltasi a Brindisi con la presenza del senatore Maurizio Gasparri.

“Noi ci auguriamo che le elezioni regionali della prossima primavera – ha affermato il senatore Gasparri - possano determinare un cambiamento, anche sulla scorta di una chiara tendenza in favore del centro destra evidenziatasi ovunque negli ultimi mesi. Forza Italia svolgerà il suo ruolo, anche allo scopo di riaffermare con forza il ruolo del sud nell’agenda politica che negli ultimi anni è letteralmente scomparso. Si parla, purtroppo, solo di tragedie come quella dell’ex Ilva a Taranto e della Whirlpool a Napoli. In Puglia, poi, Emiliano deve rispondere anche dei mancati interventi per fronteggiare la xylella, con i danni che sono sotto gli occhi di tutti. Gli elettori se ne ricorderanno. Con la politica degli annunci portata avanti da Emiliano la Puglia è crollata ai livelli attuali”. 

Articolo aggiornato alle ore 19.46 del 29 novembre

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento