Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A due giorni dall'anniversario, il Giardino di Melissa sporco e vandalizzato

 

BRINDISI - I luoghi della memoria vanno curati e custoditi gelosamente. E' un luogo della memoria, per Brindisi, quel piccolo giardino rionale al Sant'Angelo, di fronte all'Istituto professionale per i Servizi sociali "Francesca Laura Morvillo Falcone", dedicato alla studentessa sedicenne Melissa Bassi, uccisa nell'attentato della mattina del 19 maggio 2012 davanti alla sua scuola. Si chiama "Il giardino di Melissa", è un piccolo parco giochi per i bambini delle strade vicine, con qualche panchina, nessun fiore. La sua cura è affidata non solo alla Multiservizi, ma alla coscienza di ognuno. Ma con la fine del lockdown stretto sono tornate anche la maleducazione e l'incuria: rifiuti, lattine, anche dispositivi di protezione individuale abbandonati, cestini strapieni. E anche giochi rotti. Tra due giorni, martedì 19 maggio, saranno trascorsi otto anni esatti dalla bomba omicida. Si faccia uno sforzo e si rimetta a posto quel giardinetto, in memoria di Melissa.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento