"Tagliati assistenza domiciliare e assegno di cura a mio figlio totalmente disabile"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

BRINDISI - La signora Giovanna Simmini è una casalinga di Brindisi, madre di 6 figli. Purtroppo il quinto figlio, un bambino di soli 10 anni, è affetto da una grave patologia che lo rende invalido al 100%, la tetraparesi distonica con epilessia. La signora Giovanna ha spiegato che nel 2018 le è stato interrotto il servizio di assistenza domiciliare, di cui beneficiava il figlio, e questo ha causato non solo un disagio per il bambino, reduce da un intervento delicato agli arti inferiori presso l’ospedale Gaslini di Genova, ma ha compromesso anche la possibilità per la famiglia di beneficiare dell'assegno di cura, che serve ai disabili per poter raggiungere i centri specializzati ed effettuare i controlli o gli eventuali interventi, necessari ad alleviare le sofferenze di questo tipo di patologie. La signora Giovanna ha spiegato che quando ha chiesto agli enti preposti il motivo per cui è stata interrotta l’assistenza domiciliare, le è stato risposto - racconta -  che ciò è dovuto ai tagli alla spesa sanitaria. Oggi Giovanna Simmini chiede che venga riesaminata la sua richiesta, perché di quell’assegno la famiglia non può fare assolutamente a meno.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • video

    Spaccata e spari contro le guardie giurate a San Pietro Vernotico

  • video

    Il vigile del fuoco Dal Bono va in pensione: l'emozionante saluto dei colleghi

  • video

    Rapina al portavalori, caccia ai banditi con le tute bianche

  • video

    Un violino e Bella Ciao per l'ultimo saluto a Vittorio Bruno Stamerra

Torna su
BrindisiReport è in caricamento