Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nelle marine a sud di Brindisi l'inciviltà regna sovrana: strade trasformate in discariche

 

TORCHIAROLO – Siamo alle porte della stagione estiva, alcuni lidi sono già a lavoro ma le spiagge libere delle marine a sud di Brindisi (da Cerano a Lendinuso) e gli stessi centri urbani non sono pronti per accogliere turisti e villeggianti. Come documentato nel video a corredo di questo articolo, girato nella mattinata di oggi, venerdì 3 maggio, la situazione non è delle migliori. Un turista che per la prima volta visita queste località di certo non torna a casa con un bel ricordo e sicuramente non torna in questi posti. E di turisti ce ne sono più di quanto si possa immaginare. 

Gli arenili sono puliti, grazie ad alcuni interventi eseguiti a ridosso delle festività pasquali, ma le strade delle marine di Lendinuso, Torre San Gennaro e Campo di Mare, trasmettono un’immagine di degrado e abbandono. Va precisato che Torre San Gennaro, Lido Presepe e Lendinuso sono interessate dai lavori di riqualificazione del paesaggio costiero e che le marine sono un cantiere aperto, ma accanto a strade smantellate e lavori edili vi sono angoli che raccontano inciviltà allo stato puro: rifiuti ingombranti di ogni genere abbandonati per le strade, in alcuni casi sono anche stati dati alle fiamme. Mobili, materassi, sacchetti di rifiuti, c’è di tutti e di più.

Chi in questi giorni fa una passeggiata nelle marine di competenza dei Comuni di San Pietro Vernotico e Torchiarolo non può non notare angoli trasformati in vere e proprie discariche. E non può non restare indignato. Vale sempre la pena ricordare che le marine a sud di Brindisi possono rappresentare una vera e propria risorsa per l’economia locale per la posizione strategica che occupano: vicine ai capoluoghi di provincia e a pochi chilometri dai centri abitati. Una risorsa che ancora non viene sfruttata. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento