Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

New Basket, si riparte: “Salvezza tranquilla, per poi divertirci"

Nel corso di una conferenza stampa svoltasi oggi al PalaPentassuglia, il presidente Nando Marino, il general manager Tullio Marco Marino e il nuovo direttore sportivo Simone Giofré hanno delineato gli obiettivi in vista della prossima stagione

 

BRINDISI – Mettere subito al sicuro la salvezza, per poi divertirsi, dopo i patemi d’animo vissuti fino alla penultima giornata della regular season conclusasi poche settimane fa. Questo l’obiettivo fissato dal presidente della Happy casa Brindisi, in vista della settima stagione consecutiva nel campionato di Serie A. Nando Marino, nel corso di una conferenza stampa svoltasi oggi pomeriggio (30 maggio), al PalaPentassuglia, ha presentato il nuovo staff tecnico-dirigenziale.

L’unica new entry è quella del direttore sportivo Simone Giofré. Tullio Marco Marino ha rilevato il ruolo di general manager da Alessandro Giuliani, per il quale sono state spese parole di riconoscenza e di elogio per la professionalità con cui ha diretto il sodalizio biancazzurro negli ultimi cinque anni. Franck Vitucci, come noto, è stato riconfermato nel ruolo di head coach. Stesso discorso vale per il team manager Francesco Caiulo, anche lui presente dietro al tavolo della conferenza, davanti a un folto gruppo di tifosi.

“Abbiamo allestito un team di lavoro straordinario – dichiara Marino – che ha grande voglia di fare”. Fin dalla fine della passata regular season, la società ha continuato a lavorare, senza interruzione, per programmare la stagione 2017-2018, a partire dalla riconferma di Vitucci. “Mi assumo con piacere la responsabilità – dichiara il tecnico veneto – di portare il club ad aprire un nuovo libro. Le squadre del Sud sono sempre di meno. Brindisi resta una perla del basket italiano”.

Da sinistra, Tullio Marino, Simone Giofré, Nando Marino, Frank Vitucci e Francesco Caiulo-2

Il direttore Giofré ha detto di essere stato corteggiato “come solitamente si corteggia una bella donna”. “Marino – dichiara Giofré – ha una mentalità molto più aperta di molti suoi colleghi. Cercheremo di fare del basket divertente. Da domani mattina ci rimboccheremo le maniche”. Tullio Marino ha manifestato una certa emozione nell’intraprendere il ruolo di General Manager, dopo aver ricoperto negli ultimi tre anni quello di direttore sportivo. “Spero di aiutare Giofré – afferma il gm – a diventare il dirigente dell’anno”.

Sul fronte del mercato, non ci sono ancora nomi sul taccuino di Giofrè. Per prima cosa verrà una valutazione dei giocatori ancora sotto contratto (Meiscek, Giuri, Cardillo, Donzelli). Poi verrà data priorità al mercato degli italiani, perché la società, avendo optato per la regola di ingaggio del 6 + 6 (sei italiani e sei stranieri, indipendentemente dal passaporto), dovrà pescare con oculatezza nel ristretto mercato dei giocatori made in Italy. “Per un bel po’ – spiega Giofré – non ci saranno nomi. Faremo delle valutazioni con grande attenzione, partendo dal presupposto che, per quel che riguarda il mercato degli italiani, dovremo essere vigili fin da subito”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento