Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giro d'Italia: arrivo a Brindisi il 9 ottobre, partenza da Matera

 

Partenza non più da Castrovillari, ma quasi certamente da Matera. Questa la novità più rilevante della terza tappa del Giro d’Italia che venerdì 9 ottobre arriverà a Brindisi. L’assessore allo Sport del Comune di Brindisi, Oreste Pinto, il capo dell’ufficio di gabinetto, Angelo Roma, e il presidente dell’associazione Strashiddati, in rappresentanza del comitato di tappa, hanno illustrato alla stampa le modifiche che il gruppo Rcs, organizzatore della manifestazione, ha dovuto apportare alla corsa rosa, la cui partenza è slittata da maggio a ottobre a causa della pandemia.

Tappa Giro d'Italia Brindisi-2

Il tracciato finale della terza tappa dovrebbe restare invariato. Dunque si entrerà in città dalla rotatoria della Strada statale 7 (il cosiddetto incrocio della morte) si percorrerà per intero via Appia, poi deviazione verso via Torpisana, un tratto di viale Commenda, immissione in viale Aldo Moro e traguardo in via Palmiro Togliatti, all’altezza dell’istituto Morvillo Falcone. In vista del ritorno a Brindisi della carovana rosa, a oltre 50 anni dall’ultima volta, sono in cantiere diverse iniziative. Fra queste quella dei cicloamatori dell’associazione Strashiddati, che percorreranno 216 km da Castrovillari a Brindisi lungo il tragitto che era previsto a maggio. Un modo per rimanere in contatto con la regione Calabria e dedicare l’evento alle famiglie delle vittime del Covid-19 e a chi combatte ancora.

Nel corso della conferenza stampa, inoltre, l’assessore Pinto ha voluto ricordare Romeo Tepore, ideatore e organizzatore per decenni della Brindisi in Bicicletta, venuto a mancare lo scorso 23 marzo. Anche il sindaco Riccardo Rossi rivolge un pensiero a Tepore, “che ci ha insegnato quanto lo sport vissuto nelle strade ci unisca e fortifichi”. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento