Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il vigile del fuoco Antonio Ciraci va in pensione: i colleghi lo salutano così

 

Mezzi in sirena schierati a semi cerchio nel cortile della caserma dei vigili del fuoco di Brindisi, per il saluto al capo reparto esperto Antonio Ciraci. Così i pompieri hanno celebrato l’ultimo giorno di servizio del loro collega, giunto al meritato traguardo della pensione dopo 40 anni di servizio nel Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Ciraci ha svolto il servizio militare nelle file dei vigili del fuoco dall’1 gennaio al 31 dicembre 1979. Nel 1985 è avvenuta l’assunzione come vigile permanente. Successivamente ha ricoperto diversi ruoli. Nel 1998 ho conseguito i “gradi” di caposquadra ed ha prestato servizio al comando provinciale di Matera, presso il distaccamento di Policoro. Nel 2012 è ottenuto la qualifica di capo reparto. A partire dal 2017 è capo reparto esperto, svolgendo la proprietà attività presso la direzione regionale di Potenza e per due anni presso il comando provinciale di Lecce, con l’incarico di capo distaccamento di Veglie. 

Nell’arco di questi 40 anni ha partecipato a numerose operazioni di soccorso, intervenendo in molteplici scenari sul territorio nazionale, in zone colpite da alluvioni, come quelle di Taranto e Avellino, o da calamità, come il sisma di L’Aquila nell’aprile 2009 e le regioni Lazio e Marche. 

Il comandante provinciale di Brindisi, l’ingegnere Antonio Panaro, rivolge il suo personale “sentito ringraziamento al capo reparto Ciraci, per la capacità mostrata nell’ambito del settore ‘Sedi di servizio’, di inquadrare correttamente i problemi e nel trovare la soluzione ‘creativa’ riducendo i tempi di difficoltà e disagio”. Infine l’augurio, a nome di tutto il personale, “di lunga vita ed un futuro prospero e sereno insieme ai suoi cari”

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento