Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Sirene spiegate: i poliziotti di Brindisi salutano i colleghi caduti a Trieste

 

BRINDISI - Si sono concentrati in piazza Vittoria, nel cuore di Brindisi, i poliziotti dei turni operativi della Sezione volanti e della Polizia stradale. E hanno azionato le sirene dei mezzi schierati, per ricordare i colleghi caduti a mille chilometri di distanza, a Trieste. C'erano, accanto a loro, anche i colleghi della Polizia locale, il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, e il presidente del consiglio comunale, Giuseppe Cellie, con un gruppo di cittadini che si è fermato per applaudire e solidarizzare.

La nuova fondina antistrappo in dotazione al personale delle Volanti di Brindisi (2)-2

Gli operatori delle volanti avevano tutti la nuova fondina antistrappo, quella parte dell'equipaggiamento che invece mancava ai colleghi morti a Trieste, e che secondo i sindacati di polizia avrebbe evitato che l'autore del duplice omicidio si impadronisse della pistola di ordinanza delle vittime. Il riconoscimento di un trattamento retributivo adeguato, di nuovi mezzi, e la necessità di nuovi arruolamenti (l'età media degli agenti in servizio anche a Brindisi è elevata) restano un grande problema sul tappeto anche del nuovo governo, una questione che non va dimenticata.

Brindisi piazza Vittoria - Ricordo poliziotti caduti a Trieste (3)-2

"Oggi in concomitanza dei funerali a Trieste dei due agenti uccisi in Questura, anche Brindisi si unisce al dolore di tutte le forze dell'ordine e della comunità con un momento commemorativo in piazza Vittoria, voluto dai colleghi della Questura di Brindisi", ha scritto il sindaco Rossi, interpretando il pensiero della stragrande maggioranza dei cittadini.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento