Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Silvia e il coronavirus: i primi sintomi, il tampone positivo, la guarigione

Una giovane brindisina residente a Udine racconta di come ha affrontato e superato la malattia

 

Silvia Vammacigno è una 29enne brindisina e ormai da qualche anno vive a Udine. Domenica 22 marzo 2020, ha ricevuto una mail, in cui le è stato comunicato che dalle ultime analisi risulta essere guarita dal Covid-19. Una notizia straordinaria, che le ha trasmesso gioia e ha rigenerato, quella voglia di vivere che traspare dal suo sguardo durante l’intervista, che ha rilasciato a Brindisireport.

Silvia, Coronavirus 2-2

Da due settimane Silvia non vedeva l’ora di uscire dal tunnel, in cui il Coronavirus l’aveva costretta. Il 7 marzo 2020, infatti, la giovane brindisina, alla fine di una lunga giornata di lavoro, inizia ad avvertire dei dolori alla testa, per poi risvegliarsi il giorno successivo, cosi come descrive nel video, con una serie di sintomi che l’hanno costretta a chiamare il 118.

Silvia, Coronavirus-3

Bruciori al petto, dolori diffusi e una febbricola costante, hanno spinto i medici a farle una serie di analisi, da cui però non risultava nulla, solo attraverso il tampone, hanno capito che si trattava di Coronavirus. Giorni duri, non solo per la malattia ma anche per la distanza dalla famiglia e per la paura di poter trasmettere il coronavirus alla sorella, che da 3 anni vive con lei a Udine.

Silvia racconta la sua esperienza e dimostra, che questa malattia può colpire chiunque, anche chi come lei, ha solo 29 anni e una salute di ferro.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento