Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riflessioni pandemiche, il libro del regista brindisino Federico Rizzo

 

ORIA - Federico Rizzo, regista brindisino, ha trascorso parte della sua vita a Milano, dove si è diplomato perito tecnico cine-televisivo e sceneggiatore cinematografico, trasferitosi, poi, a Bologna per studiare e laurearsi al Dams, indirizzo cinema. Oggi vive tra Oria e Roma, ma passa buona parte del suo tempo a Brindisi, città cui è legatissimo. Federico ha iniziato a realizzare i suoi primi lavori a 15 anni,  riuscendo a produrre circa 40 cortometraggi, 10 lungometraggi e due documentari. Tra i sui film ricordiamo “Whisky di via Nikolajevka” (2001), “Fuga dal call center”(2009), “Taglionetto”(2011). Nella sua carriera ha lavorato con registi come Giuseppe De Santis e Pupi Avati. Ha diretto attori come Giuseppe Battiston, Paolo Pierobon, Natalino Balasso, Debora Villa, Tony Sperandeo, Nino Frassica e tanti altri. Federico durante la permanenza in casa, dovuta alle direttive di Governo per l’emergenza Covid-19,  ha scritto un libro, un istant book, dal titolo “Riflessioni pandemiche - Cronache di guerra contro un nemico invisibile”, nel quale si mette a nudo.

Nel libro racconta i dialoghi con la moglie, operatrice del 118, presso un ospedale della provincia di Brindisi. Rizzo descrive le paure, le ansie e le riflessioni, di una famiglia a stretto contatto con il virus che ha messo in ginocchio l’intero pianeta. Il regista mette in evidenza la forza della moglie e il coraggio di una donna impegnata in questa guerra contro “un nemico invisibile”, ma lo fa sempre con ironia e leggerezza, in un libro che si lascia leggere piacevolmente. Vi sarà capitato di pensare “se fossi certo di morire domani, vorrei dire tutto quello che penso, senza freni”, Rizzo non l’ha solo pensato, l’ha fatto nel suo libro, non risparmiando nessuno. Un atto liberatorio, per il regista brindisino, nel quale non mancano, rivelazioni intime, dialoghi con Dio e aneddoti divertenti. “Riflessioni pandemiche - Cronache di guerra contro un nemico invisibile” di Federico Rizzo è disponibile gratuitamente, fino al 15 aprile 2020, su http://www.lamongolfieraeditrice.it/.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento