Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tuffo alla Conca: più di 100 in acqua, nonostante il mare agitato

 

Nonostante il mare agitato e le raffiche di vento da nord, l’appuntamento con la tradizione è stato rispettato. Anche quest’anno la Conca ha fatto da scenario al Tuffo di Capodanno, un evento giunto all’11esima edizione in cui divertimento e goliardia si combinano con la solidarietà. Dati meteo: vento di tramontana di 15 nodi, sole, temperatura esterna 12 gradi, temperatura dell'acqua tra 13 e i 14 gradi.

Dai bambini ai pensionati, circa 100 delle 190 persone iscritte (battuto il precedente recordo di 180) hanno salutato il 2020 con un bagno nelle acque gelide del litorale Nord di Brindisi, solcato dalle onde. Ai partecipanti è stata lasciata la facoltà di decidere se tuffarsi o meno. Alla fine, nessuno si è tirato indietro. Fra i tuffatori, come promesso, c’erano anche Danka Pinkosova e Michael Gebhard, coppia americana di New York City che un mese fa ha “inaugurato” il registro delle iscrizioni. 

I fondi raccolti saranno devoluti alla Onlus “Banco Farmaceutico”, associazione che  permette l’acquisto di farmaci da donare agli enti assistenziali che si prendono cura dei bisognosi.  Come di consueto il tuffo è stato preceduto dalla cerimonia di benedizione delle acque, officiata dal parroco della chiesa di Santa Maria del Casale. Il giornalista Nico Lorusso, dell’associazione SummerTime, fra gli organizzatori della manifestazione, come sempre, ha fatto da presentatore. Giunto al quarto anno il gemellaggio con il Tuffo di Capodanno – Città di Viareggio. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento