Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I brindisini riscoprono la bici: "Impennata di vendite dopo il lockdown"

 

Durante la Fase 2, un numero incredibile di bici ha popolato le nostre strade. Bici da strada, per lo sterrato e ibride sfrecciano per la città di Brindisi come mai è accaduto in passato. La sicurezza, tuttavia è importante e Brindisreport ha deciso di dar voce a un’eccellenza dello sport brindisino, un ex professionista del ciclismo, con una carriera sportiva alle spalle davvero straordinaria, Elio Aggiano, che già in passato ha dato il suo contributo durante una campagna sulla sicurezza stradale, al fianco della Polizia Stradale.  Il ciclista che ha gareggiato sempre ad altissimi livelli dal 1991 fino al 2007, partecipando a manifestazioni quali Tour de France, Giro d’Italia, Vuelta a Espana, Giro delle Fiandre e tante altre competizioni in giro per il mondo, spiega che, pur essendo entusiasta del gran numero di persone in bici, per le strade di Brindisi, non bisogna sottovalutare la sicurezza.

Elio Aggiano-3

“La bici deve rispettare la segnaletica stradale, al pari di auto e moto e i genitori dovrebbero essere più preparati, prima di mettersi in strada con i propri figli” sostiene Aggiano e conclude che “chi è bici, deve capire che non è libero di tutto ciò che vuole”. Come spiega anche Daniele, un dipendente della concessionaria di bici Hitch Bike, la diffusione delle bici è scaturita dagli incentivi statali, il mercato è in crescita e tanti rivenditori non erano preparati a cosi tante richieste. “Le bici più vendute sono le city bike e le mountain bike” spiega Daniele “bisogna sempre considerare però esigenze e misure, per non andare incontro ad acquisti sbagliati”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento