Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Vogalonga di Venezia: partito il "Galeone" con equipaggio brindisino

 

BRINDISI - Il colpo di cannone ha dato il via alla 45esima edizione della Vogalonga di Venezia:  è partito il Galeone concesso dal comune della Serenissima, timonato da Marino Voltolin della remiera San Marco, con a bordo le vogatrici e i vogatori brindisini.

vogalonga venezia1-2

Elisa Pizzolante, Diana Miraglia, Massimiliano Nani, Mariella Lomartire, Michele Puca, Adelaide Molfetta, Marina Cito, Angelo Fonto', Claudio Longo ed Ester Impero, supportati da Ada Quartulli, compongono uno dei 1948 equipaggi iscritti alla regata non competitiva che ogni anno attira nel Bacino di San Marco, luogo della partenza, migliaia di persone e imbarcazioni da tutto il mondo.

vogalonga venezia3-2

Sono 7410 i vogatori provenienti da 33 nazioni di tutti e cinque i continenti. Un legame con la tradizione del remo che il comune di Brindisi e il Marina di Brindisi Club ha deciso, quest’anno, di sposare concedendo lo stemma di Brindisi e il logo dell’associazione sulla canotta dei vogatori brindisini.

vogalonga venezia4-2

Un percorso di circa 30 chilometri lungo il quale raggiungeranno l’isola di Sant'Elena, costeggeranno le Vignole, Sant'Erasmo e San Francesco del Deserto per poi giungere a Burano e costeggiare in seguito le isole di Mazzorbo, Madonna del Monte e San Giacomo in Paludo. Tappa successiva è Murano, attraversando il suo Canal Grande, per poi tornare a Venezia lungo il canale di Cannaregio e il Canal Grande. L'arrivo è fissato all'altezza di Punta della Dogana, dove saranno consegnati premi e attestati di partecipazione.

Potrebbe Interessarti

  • Pestato mentre si apparta con la moglie di un detenuto: le immagini degli arresti

  • Raffaele Brandi si congratula con la polizia: il video della cattura

  • I carabinieri irrompono nella masseria: le immagini del blitz

  • Da Nord a Sud: ecco come una coppia milanese ha scelto Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento