rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Attualità Cellino San Marco

"Abbiamo sfornato pane caldo: prendetelo regalatelo a chi ne ha bisogno"

Una giovane coppia di Cellino San Marco, ieri, giovedì 30 maggio, ha messo davanti alla porta del ristorante che gestisce una cesta con 20 kg di pane

CELLINO SAN MARCO – “Abbiamo sfornato il pane caldo e lo trovate fuori dal nostro ristorante. Passate a prenderlo e regalatelo a un amica/o che per qualsiasi motivo non potrà uscire a comprarlo oggi”. Un messaggio carico di solidarietà quello lanciato dai proprietari del ristorante “Da zio Gianni” di Cellino San Marco, attraverso la pagina Facebook del locale, per donare pane “fresco” alle persone meno fortunate del paese. Una solidarietà fatta di piccoli gesti che entra in punta di piedi in casa di chi non ha la forza o il coraggio di chiedere aiuto. Di chi non ha la possibilità di acquistare il pane, il bene di prima necessità per eccellenza. 

Il post pubblicato

Giuseppe Platania 34 anni e Marzia Parato 29 anni, di Cellino San Marco lui, di Torchiarolo lei, ieri, giovedì 30 maggio, invece, si sono rivolti a chi questo bene se lo può comprare ma conosce persone che sono in difficoltà. E non si tratta di “invenduto” ma di pane prodotto appositamente per essere donato. Preparato la sera precedente e infornato il giorno successivo. 

Fuori dalla porta del ristorante, sito nel centro storico di Cellino San Marco, hanno messo una cesta contente pagnotte di circa mezzo chilo riposte singolarmente in cartocci. Accanto una lavagnetta con su scritto “pane di Cellino San Marco, lo staff ‘Da zio Gianni’”. A Facebook hanno affidato la pubblicità, invitando gli amici a prendere il cartoccio e regalarlo a chi ne ha bisogno. E il post è diventato virale. 

Lo staff Da zio Gianni

Nell’arco di un’ora la cesta si è svuotata: dentro c’erano circa 20 kg di pane. Una grande soddisfazione per la coppia: “Io e la mia compagna, che già siamo impegnati nel sociale, ci siamo chiesti cosa potevamo fare per aiutare ancora più persone – spiega Giuseppe - così di concerto con lo sfaff abbiamo deciso di preparare pane in più e lasciarlo a disposizione della comunità, nella speranza che arrivi soprattutto a quelle persone che vivono in condizioni di indigenza o che sono in difficoltà anche per comprare questo bene. Non immaginavamo che si sarebbe finito nell’arco di un’ora, la prossima volta ne prepareremo di più”. 

La coppia, che da un anno e mezzo gestisce il ristorante “Da zio Gianni” ha intenzione, infatti, di continuare con questi piccoli gesti pieni di umanità: "Considerato il successo di questa prima iniziativa abbiamo deciso di continuare a metterci a disposizione di chi ha bisogno di aiuto. Non solo producendo pane in più".

E se qualcuno fa il furbetto? Viene da chiedersi: “Non importa” risponde Giuseppe “Noi abbiamo fatto il nostro e continueremo a farlo, ci piace l'idea che la beneficenza possa andare di moda e diventare contagiosa". 

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Abbiamo sfornato pane caldo: prendetelo regalatelo a chi ne ha bisogno"

BrindisiReport è in caricamento