Martedì, 3 Agosto 2021
Attualità

Sicurezza stradale, Aci Brindisi e Migrantes insieme per l’inclusione sociale

Il corso online si svolgerà in quattro venerdì fino al 4 giugno, in collaborazione con la comunità Africana di Brindisi

BRINDISI -  L'automobile club Brindisi e  l'ufficio provinciale Aci di Brindisi, si sono impegnati in un percorso di cambiamento organizzativo ispirato ai principi di Total Quality Management; attraverso l’applicazione  del modello di eccellenza europeo Common Assessment Framework - CAF (Quadro di riferimento Comune per l’Autovalutazione).  In particolare sono impegnati nello sviluppo del miglioramento organizzativo per fornire una risposta coesa al territorio rispetto alle istanze di inclusione sociale.

A tale fine hanno sottoscritto un protocollo d'intesa con l’associazione Migrantes di Brindisi, per realizzare un progetto comune denominato  “Aci per l’inclusione sociale”,  volto a realizzare efficaci iniziative di “alfabetizzazione stradale” destinate a migranti, agevolandoli nella fruizione dei vari servizi di automotive.  Il gruppo di lavoro, in collaborazione con la comunità Africana di Brindisi e provincia, ha strutturato un corso che sarà articolato in quattro moduli settimanali, aventi per argomento rispettivamente: le regole pedonali, il corretto uso della bicicletta, la segnaletica stradale e le principali norme della circolazione stradale. Il corso partirà in modalità on line il prossimo 14 maggio e si chiuderà il 4 giugno.

Il tutto allo scopo di contribuire alla prevenzione degli incidenti che purtroppo funestano le nostre strade e che troppo spesso, hanno per vittime gli utenti deboli della strada ed in particolare i cittadini extracomunitari. Consapevoli del momento di estrema difficoltà sanitaria, le parti daranno al progetto contenuti e dinamiche compatibili con il primario interesse alla salvaguardia della salute di tutti gli attori coinvolti.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza stradale, Aci Brindisi e Migrantes insieme per l’inclusione sociale

BrindisiReport è in caricamento