rotate-mobile
Attualità Centro Storico / Via Giovanni Tarantini

Bando per la gestione dell'ex convento delle Scuole Pie

Il Comune di Brindisi affiderà a privati la gestione della struttura, per sei anni, per la valorizzazione di attività turistiche nel centro storico

BRINDISI - Il Comune di Brindisi affida a privati la gestione dell’ex convento delle scuole Pie (o Corte degli artigiani), per farne un polo di attrazione turistica. Lo prevede una determina firmata nei giorni scorsi dal dirigente Nicola Zizzi, tramite la quale si indice una procedura di evidenza pubblica per la concessione per anni della struttura, situata nel centro storico di Brindisi. L’immobile è composto da un locale per attività artigianale e sei laboratori.

L’intenzione dell’amministrazione comunale è quella di “promuovere un percorso di valorizzazione turistica della città di Brindisi, attraverso la rigenerazione di spazi urbani e del patrimonio pubblico in chiave creativa per la realizzazione di eventi, attività, iniziative e progetti che possano rendere la città attrattiva per il turismo e i cittadini, anche attraverso la valorizzazione dell’artigianato locale in quanto veicolo autentico di promozione del territorio attraverso l’insediamento in contenitori e/o aree definite delle città hanno costituito un fattore di sviluppo turistico e imprenditoriale, oltre che un migliore decoro delle aree interessate”;

In tale contesto l’ex convento delle Scuole Pie “costituisce un’area di grande rilevanza storico-architettonica e dal potenziale turistico nel centro storico di Brindisi”, che potrà ospitare attività di artigianato, artigianato artistico e di produzione enogastronomica di tipo artigianale di qualità;

Alla scadenza del termine di anni sei, la concessione si risolverà automaticamente ed il concessionario dovrà riconsegnare il locale nelle medesime ottime condizioni d’uso nelle quali gli era stato consegnato.  La gara avverrà con il sistema dell'offerta di un prezzo in rialzo rispetto a quello posto a base d'asta per ogni singolo locale e l'aggiudicazione avverrà in favore di coloro che, previo accertamento del possesso dei requisiti di partecipazione, avranno proposto, nella propria offerta, il prezzo più alto. In caso di uguale offerta, si procederà a sorteggio pubblico per l’aggiudicazione del locale.

Nei locali al pian terreno dovranno svolgersi le seguenti attività: abbigliamento su misura; cuoio, pelletteria e tappezzeria; decorazioni; fotografia, riproduzione disegni e pittura;legno e affini, senza l’utilizzo di attrezzature non idonee al manufatto; metalli comuni (escluse le lavorazioni da fabbro); metalli pregiati, pietre preziose, pietre dure e lavorazioni affini (escluse quelle da fabbro); strumenti musicali; vetro, ceramica, pietra ed affini, senza l’utilizzo di attrezzature non idonee al manufatto; carta, attività affini e lavorazioni varie; alimentaristi (con esclusione dei punti dal 9 al 12 compreso dello stesso settore); restauro (con esclusione delle produzioni di fuochi pirotecnici); cereria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando per la gestione dell'ex convento delle Scuole Pie

BrindisiReport è in caricamento