Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità San Pietro Vernotico

Affidamento progetto Terra D’Asilo: "Procedura illegittima". Opposizione presenta esposto

Precisamente i consiglieri di opposizione del Comune di San Pietro Vernotico, Pasquale Rizzo, Giuliana Giannone e Gianluca Epifani

SAN PIETRO VERNOTICO – I consiglieri di opposizione del Comune di San Pietro Vernotico, Pasquale Rizzo, Giuliana Giannone e Gianluca Epifani, hannoinoltrato una richiesta di dati unitamente a un esposto ad Anac, Corte dei Conti di Bari, Segretario generale in quanto responsabile anticorruzione, Ministero dell’Interno, Prefettura di Brindisi, presidente provincia di Brindisi e comando stazione carabinieri di San Pietro, per chiede delucidazioni sulla procedura di affidamento del progetto Terra D’Asilo che si occupa di minori stranieri non accompagnati da oltre 20 anni. 

“Il Comune, con la Giunta Rizzo, ha ottenuto un finanziamento per il progetto Terra d’Asilo per il triennio 2023/2024 per un importo annuo pari ad 639.033,14 euro. A tutt’oggi la procedura di selezione di chi deve fornire il servizio non è stata avviata”. Spiegano i consiglieri in una nota, secondo i quali, l’attuale amministrazione “ha colpito aziende risultate aggiudicatarie in altre procedure, ritenendo obbligatorio applicare il principio di rotazione. Nel caso in questione, queste regole sono cancellate: è stato effettuato un ulteriore affidamento diretto, alla stessa cooperativa che ha gestito il servizio anni 2021/2022, e poi, sempre in barba alla rotazione, ha disposto un affidamento con procedura diretta per altri 143.000 euro”. 

“La cooperativa affidataria, grazie alle proroghe, e senza una gara pubblicata, ha già gestito il servizio per un anno e mezzo, e potrà farlo sino a novembre 2024 (quindi poco meno di due anni su tre finanziati). Il codice appalti prevede che l’affidamento diretto non può superare 143.000 euro, il Comune ha affidato servizi direttamente per un valore di 1.000.000 di euro circa”. 

“Un servizio che vede Prefetture e Ministero come garanti di tutto: spiace che ciò accada per un servizio delicato come l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati. Peraltro la cooperativa interessata non si è mai sottratta alla partecipazione ai bandi di gara per cui non ha bisogno, pur di lavorare, di usufruire di illegittime o illecite scorciatoie. Abbiamo interessato le Autorità ritenute competenti (Anac, Procura presso la Corte dei Conti, Segretario Generale – responsabile anticorruzione, Ministero Interno, Prefettura di Brindisi, Presidente Provincia di Brindisi, Comando Stazione Carabinieri San Pietro v.co): riterranno tutte che, in un territorio così violentemente martoriato, sia consentito impunemente gestire la cosa pubblica in barba alla Legge? Ce ne faremo una ragione”. 

         

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affidamento progetto Terra D’Asilo: "Procedura illegittima". Opposizione presenta esposto
BrindisiReport è in caricamento