rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Attualità

Ail Brindisi e liceo scientifico “Fermi Monticelli”: una bella storia di adolescenti, solidarietà e volontariato 

Hanno raccolto e destinato all’Ail Brindisi 102 euro, inventandosi il gioco “Secret Valentine”, una consegna anonima di messaggi d’amore a tutti gli studenti dell’istituto

BRINDISI - Una bella storia di volontariato, solidarietà e adolescenti arriva dal Liceo Scientifico Europeo “Fermi Monticelli”, dove i sette alunni della quinta A EE hanno deciso di realizzare qualcosa di importante da destinare a chi in questo momento soffre o vive una situazione di difficoltà, legata alla malattia ematologica. Nei giorni scorsi, infatti, lo stand dell’Ail Brindisi, impegnato nella raccolta fondi attraverso le Uova di Pasqua 2022, si è colorato dell’entusiasmo di Enrico, Giulia e Noura tre ragazzi 15enni del “Fermi-Monticelli” di Brindisi.

3_noura_enrico_pastore_sergio-2

I tre, insieme agli altri compagni Lydia, Gracie, Vincenzo e Arjit, lo scorso 14 febbraio, giorno di San Valentino hanno raccolto e destinato all’Ail Brindisi 102 euro, inventandosi il gioco “Secret Valentine”, una consegna anonima di messaggi d’amore a tutti gli studenti dell’istituto, che desideravano dire qualcosa di importante all’innamorata/o. Poi, dopo aver consegnato il frutto della raccolta presso la sede dell’associazione, hanno voluto essere presenti in Piazza Vittoria con i volontari adulti dell’associazione nei giorni clou della campagna pasquale.

“Prima di tutto - racconta Enrico Daversa - vorrei ringraziare l’Ail, l’associazione contro le leucemie per averci dato questa bellissima opportunità di aiutare chi ne ha veramente bisogno e di regalarci  tante conoscenze che non avremmo acquisito altrimenti. Vorrei invitare vivamente tutti i ragazzi della nostra età a partecipare a questi tipi di eventi perché il futuro siamo noi. Per ultimo, ma non meno importante vorrei ringraziare la nostra scuola “Fermi Monticelli” per essere sempre favorevole a partecipare ad iniziative del genere. Spero di poter continuare a essere d’aiuto per questa causa”. 

1_giulia_enrico_noura-2

Felice dell’iniziativa Carla Sergio, presidente dell’Ail Brindisi: “una vera ventata di gioventù ed allegria si è abbattuta sotto la nostra tenda il 2 e 3 aprile. Con cordialità, simpatia ed entusiasmo i ragazzi hanno distribuito le nostre uova. Insieme al mio grazie. L’invito a continuare questa collaborazione, nata per gioco, ma sicuramente con un futuro solido”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ail Brindisi e liceo scientifico “Fermi Monticelli”: una bella storia di adolescenti, solidarietà e volontariato 

BrindisiReport è in caricamento