Attualità Francavilla Fontana

Antonio Saponaro: ingegnere orgoglio francavillese premiato a Londra

Ha ricevuto l'onorificenza di "cavaliere dell'Ordine della Stella d'Italia" per "l'encomiabile impegno assicurato durante l'insorgere della pandemia a servizio della collettività italiana nel Regno Unito". Ha messo a punto una apposita piattaforma telematica per facilitare il lavoro della Italian Medical Society of Great Britain

Antonio Saponaro è originario di Francavilla Fontana, ma da anni vive in Inghilterra, a Londra precisamente. Ha 40 anni e ieri, venerdì 15 luglio, è stata una giornata che non dimenticherà mai: ha ricevuto l'onorificenza di "cavaliere dell'Ordine della Stella d'Italia" per "l'encomiabile impegno assicurato durante l'insorgere della pandemia a servizio della collettività italiana nel Regno Unito". Ha messo a punto una apposita piattaforma telematica per facilitare il lavoro della Italian Medical Society of Great Britain, in accordo con la task force Covid-19 istituita dal Consolato generale di Londra, nel rispondere alle innumerevoli richieste di assistenza dei connazionali.

Antonio Saponaro-2

Fondamentale, in particolare, è stato l'impegno profuso nel promuovere la diffusione tra gli italiani delle prime essenziali informazioni per fronteggiare l'emergenza creata da un virus in quei momenti, per molti versi ancora sconosciuto. Ma chi è Antonio Saponaro (foto sopra)? E come è arrivato a Londra? Antonio nasce nel 1982 a Francavilla Fontana. Cresciuto nella Città degli Imperiali, frequenta il liceo scientifico, per poi spostarsi a Bologna per seguire il corso di Ingegneria ambientale. Laurea triennale e specialistica, con 110 e lode, dopo ritorna a Francavilla Fontana dove esercita la libera professione per tre anni. Dopodiché è di nuovo a Bologna, per un Mba (master in business administration). Si sposta a Londra con un progetto Leonardo presso l'Imperial College. Lavora anche in Camera di commercio (il rapporto di lavoro si è concluso).

Lì, nel tempo libero, collabora con l'Italian Medical Society of Great Britain. Durante la pandemia il rapporto si stringe: in collaborazione con il Consolato entra a far parte di una task force in supporto alla comunità italiana nel Regno Unito. L'obiettivo era quello di fornire supporto ai concittadini oltremanica. Spiega Antonio Saponaro: "Perché all'inizio il virus è qualcosa di nuovo, era importante veicolare informazioni trasparenti, specialmente ai cittadini italiani, per tranquilizzarli sulle procedure da seguire. All'epoca informazioni che oggi si davano per scontate potevano apparire come non adeguate. Il mio contributo è stato quello di creare una piattaforma dove gestivamo tutte le richieste. Poi, in collaborazione con il segretario generale, indirizzavamo le richieste al medico volontario più idoneo". Adesso lavora nel campo delle rinnovabili. Inutile dire che Antonio Saponaro è molto orgoglioso dell'onorificenza ricevuta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonio Saponaro: ingegnere orgoglio francavillese premiato a Londra
BrindisiReport è in caricamento