rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Attualità

Ritardi gara automezzi 118: sindacati annunciano stato di agitazione del personale

Le organizzazioni sindacali Fp Cgil, Cisl Fp Cgil e Uil Fpl, annunciano lo stato di agitazione del personale del 118 per il ritardo sull’avvio dell’affidamento del servizio 118 a Sanitaservice

Le organizzazioni sindacali Fp Cgil, Cisl Fp Cgil e Uil Fpl, annunciano lo stato di agitazione del personale del 118 per il ritardo sull’avvio dell’affidamento del servizio 118 a Sanitaservice. In una nota che porta la firma di Pancrazio Tedesco (Cgil), Giuseppe Lacorte (Cisl) e Gianluca Facecchia (Uil), inviata a Prefetto di Brindisi, Questore di Brindisi, presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, presidente comitato Sepac Regione Puglia, direttore generale Asl Brindisi e amministratore unico Sanitaservice, spiegano i motivi dello stato di agitazione e chiedono un incontro urgente con le parti. 

"Siamo venute a conoscenza per tramite dei nostri iscritti, gli stessi informati dai propri datori di lavoro attuali, che l’assegnazione della gara per gli automezzi avrà un ritardo importante per la consegna degli stessi, e, di conseguenza, si avrà un ritardo sull’avvio dell’affidamento del servizio 118 a Sanitaservice. Questa notizia circola da più di 30 giorni tra i dipendenti/volontari delle varie associazioni, se ciò sarebbe confermato, sussisterebbe una gravità assoluta".

"Pertanto si chiede a questa direzione generale e al Socio unico della Sanitaservice Asl Br un incontro urgente. Queste Ooss comunicano contestualmente l’apertura dello stato di agitazione del personale del servizio. Nel caso non vi sia risposta celere da parte delle istituzioni in indirizzo si procederà alla convocazione di assemblea Pubblica presso la Sede della Asl/Br sita in Via Napoli 8 Brindisi, comunicando la data della stessa nei tempi stabiliti come previsto dalla legge". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritardi gara automezzi 118: sindacati annunciano stato di agitazione del personale

BrindisiReport è in caricamento