menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Continuate a denunciare le violenze": l'appello del questore Rossi

Tutte le situazioni particolari del territorio brindisino sono monitorate. Tante le chiamate ai centralini dei cittadini per i chiarimenti. Intensificati i controlli

BRINDISI- “Continuate a denunciare, invito tutte le persone che subiscono violenza domestica a rivolgersi alla Questura in questo momento”: è l’appello del questore di Brindisi Ferdinando Rossi, che BrindisiReport ha ascoltato stamani. Il questore ha risposto dal proprio alloggio, anche lui rispettoso delle ordinanze imposte per il contenimento del Covid-19.

“Noi forniamo una grande assistenza a chi ha bisogno del nostro aiuto, troveremmo immediatamente la giusta collocazione per chi è in difficoltà”. Tuttavia, il questore Rossi rassicura che, a oggi, non ci sono picchi di telefonate con richiesta d’aiuto perché le situazioni presenti in alcune famiglie della città di Brindisi e della provincia, continuano a essere monitorate.

“La nostra attività non si ferma in questo delicato momento, ma va avanti com’è giusto che sia”. La Questura di Brindisi è in rete con i centri antiviolenza del territorio brindisino e, come hanno sempre fatto, darà la massima disponibilità per un’assistenza immediata.

“Sicuramente ciò che è aumentato in questo periodo è il numero giornaliero di chiamate dei cittadini ai nostri centralini: chiedono chiarimenti sul decreto per il contenimento e sui moduli di autocertificazione”, prosegue il Questore, “però riconosco che abbiamo compreso tutti la gravità della situazione dai risultati positivi dei controlli” conclude il questore, che negli ultimi due giorni ha anche intensificato il servizio delle pattuglie sul territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento