rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Attualità

L'appello di un ristoratore: "No all'inciviltà, amate e tenete pulita Brindisi"

Lo sfogo di Nico Taveri del Brunda: "La città ha bisogno di turisti, non mi capacito di chi sporca le strade e il mare e di chi brucia un monopattino"

BRINDISI - Il suo lavoro si svolge in una zona centrale di Brindisi. E' un osservatorio privilegiato, quello di Nico Taveri. Vede la città, i pregi e i difetti. Soprattutto di questi ultimi non si capacita. "Perché devi sporcare le strade, il mare? Perché dare fuoco a un monopattino? Vogliamo attrarre turisti, ma così è difficile". BrindisiReport ha raccolto l'appello e lo sfogo di Nico Taveri, della pizzeria Brunda, aperta dal dicembre 2016. Nico Taveri è brindisino doc, da 30 anni, da quando è nato. E' pizzaiolo ormai da 8 anni, ma prima ha girato il mondo nei villaggi turistici, nei ristoranti come aiuto cuoco e cuoco. Lavoratore indefesso, vuole far crescere la propria attività, come è ovvio che sia. E per far crescere la propria attività, deve crescere la città.

Spiega Nico: "Io non sono negativo, per me Brindisi sta migliorando. C'è più turismo, c'è più pulizia, più qualità della vita. Vedo il bicchiere mezzo pieno. Ma il problema è qualche nostro concittadino, che non capisce che per far crescere la città dobbiamo essere noi a dare il buon esempio, dobbiamo essere noi a migliorare. Ci sono i monopattini in città? Bene. Ma qualcuno mi spieghi che senso ha dare fuoco a uno di essi? L'Amministrazione comunale prova a pulire le spiagge? Ottimo. Ma a che serve se poi i soliti incivili il giorno dopo le sporcano di nuovo? Non mi capacito. E non lo accetto".

Il suo è un appello accorato ai concittadini, ad amare di più la propria città, a rispettarla: "Io non sono andato altrove, sono rimasto a Brindisi perché la amo, perché anche il mio contributo sento che serve. Non sono solo, ci sono tanti giovani come me. Vogliamo ampliare gli orizzonti della città. Noi, nel nostro piccolo, una mano cerchiamo di darla: contributi per le luci, per il Brindisi Calcio. Ma mi appello ai concittadini che ancora non lo hanno capito: aiutateci. Tenete pulita Brindisi, amate Brindisi. Perché non pensate al futuro della città? Che poi, se ci pensate bene, è anche il vostro, di futuro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello di un ristoratore: "No all'inciviltà, amate e tenete pulita Brindisi"

BrindisiReport è in caricamento