Sabato, 31 Luglio 2021
Attualità

Mesagne, appuntamento con la donazione Fidas domenica 20 giugno

L’autoemoteca dell’Asl sarà a disposizione dei donatori in piazza Vittorio Emanuele (Porta Grande) dalle 17 alle 21

MESAGNE- Si svolgerà domenica 20 giugno dalle 17 alle 21 la giornata della donazione Fidas di Mesagne in piazza Vittorio Emanuele (Porta Grande). Un nuovo appuntamento in collaborazione con Admo e l’autoemoteca dell’Asl Brindisi. L’invito a prenotarsi (cell.348 9719903 o app. mesagne.donafidas.it) è per tutti i donatori abituali, per chi non lo è ancora, per chi vuole diventare potenziale donatore di midollo osseo, perché la salute e la vita di tante persone dipendono da un piccolo gesto di solidarietà.

locandina fratelli di sangue-2Ogni giorno, oltre 1800 persone hanno bisogno di trasfusione e circa la metà di esse sono pazienti talassemici, leucemici o malati di altre forme oncologiche che richiedono scorte ininterrotte di sangue per vedersi garantire terapie e speranza di vita e, in molti casi, hanno bisogno di trapianto di midollo. Ne è testimone uno dei tanti malati che ha vinto la malattia grazie ad un piccolo gesto d’amore di tanta gente che ringrazia così: “Circa un anno e mezzo fa mi fu diagnosticata una leucemia acuta e, grazie ad un trapianto di midollo osseo, sono vivo. Non ci sono parole per esprimere la sofferenza fisica e psicologica patita. Ogni volta che venivo sottoposto a trasfusione di sangue e piastrine pensavo che solo il gesto altruista di tante persone, mi consentiva di continuare a vivere e, dunque, senza quel gesto non sarei qui a scrivere e a ringraziarvi. A te, che sei un donatore, voglio dire grazie per quello che fai nei confronti dei tanti malati che hanno bisogno della tua solidarietà e ti chiedo di continuare in questa tua opera, cercando anche di scuotere le coscienze del maggior numero possibile di persone affinchè possano abbracciare questa nobile causa. A te, che non sei ancora un donatore, chiedo di riflettere solo qualche secondo sulle mie parole per comprendere quanto un tuo semplice gesto di amore possa contribuire a salvare una vita umana. Cosa può esserci di più gratificante di questo?”

E’ solo una piccola parte della testimonianza, ma sufficiente per accogliere l’ invito a riflettere; non si deve restare indifferenti a questa storia che è simile a quella di tanti altri e non si deve aspettare che qualcosa possa succedere  o a qualcuno a noi vicino per reagire. Donare è fondamentale sempre!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mesagne, appuntamento con la donazione Fidas domenica 20 giugno

BrindisiReport è in caricamento