Mercoledì, 17 Luglio 2024
Attualità

L'Asl Brindisi cerca medici all'estero: bando aperto dentro e fuori l'Ue

La carenza di personale dipenderebbe dai numerosi collocamenti a riposo, secondo quanto riferito dal direttore generale De Nuzzo. Sono sei i raparti che versano in uno stato di maggiore crisi

BRINDISI - La Asl di Brindisi cerca nuovi medici per le unità operative di Medicina d’urgenza, Neonatologia, Pediatria, Chirurgia generale, Ortopedia, Ginecologia e Ostetricia. È stata pubblicata la delibera con Avviso pubblico per la manifestazione d'interesse utile al conferimento di incarichi di lavoro autonomo.

Potranno partecipare medici dei Paesi dell'Unione europea e quelli extra Ue in possesso del permesso di soggiorno con autorizzazione a svolgere attività lavorativa sul territorio italiano, nonché del titolo di studio (laurea ed eventuale specializzazione) e iscrizione all’albo del paese di provenienza con le deroghe previste dalla normativa.

"L'azienda - dice il direttore generale Maurizio De Nuccio - versa in una situazione di gravissima carenza di medici a causa dei numerosi collocamenti a riposo. Com'è noto sono stati banditi diversi avvisi e concorsi pubblici per reclutare medici a tempo determinato e indeterminato, senza tuttavia soddisfare il fabbisogno aziendale. Accanto a questi sono stati indetti avvisi di manifestazione di interesse finalizzati al conferimento di incarichi di prestazione d’opera professionale rivolti anche a medici in quiescenza e a medici in formazione specialistica. Anche in questo caso i risultati non sono stati quelli sperati. Ci auguriamo che questo bando, aperto a una platea più ampia, possa permetterci di trovare nuovi professionisti da destinare alle nostre Unità operative".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Asl Brindisi cerca medici all'estero: bando aperto dentro e fuori l'Ue
BrindisiReport è in caricamento