L'Asl commissaria il Focolare. Cgil: "Non si è fatto nulla per evitare i contagi"

L'azienda sanitaria si occuperà dell'assistenza sanitaria e degli aspetti igienico-organizzativi. Sindacato duro contro la direzione

BRINDISI – L’Asl di Brindisi ha chiesto il commissariamento della residenza sociosanitaria assistenziale “Il Focolare”; dopo l’accertamento della positività al Covid-19 di 59 ospiti e 43 operatori della struttura, per un totale di 102 persone. La richiesta è stata avanzata al Dipartimento di Promozione della Salute della Regione Puglia. 

Lo rende noto il direttore generale della Asl, Giuseppe Pasqualone, dopo aver acquisito la relazione del Sisp, il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della Asl.  “In base alla nostra richiesta - spiega - sarebbe il personale della Asl a occuparsi dell’assistenza sanitaria e degli aspetti igienico-organizzativi, mentre resterebbero a carico del gestore i servizi di carattere logistico e alberghiero, dalla mensa alla pulizia”.

Cgil: "Risvolti sociali molto delicati"

Il segretario generale della Cgil, Antonio Macchia, rimarca come i contagi verificatisi all'interno del Focolare siano "di una gravità senza precedenti". "In tutto si contano 102 persone contagiate (mancano ancora 8 esiti di tampone) - si legge in una nota a firma del sindacalista - in pratica il doppio di quelle già rilevate in città.  In sostanza, tutti o quasi i soggetti che sono entrati in contatto con 'Il Focolare' sono positivi, questo significa che mai, sin dall’inizio dell’emergenza, si sia approntato un adeguato piano di sicurezza.  Non servono i proclami, è inutile che la direzione della struttura diffonda comunicati con cui dichiara che ogni forma precauzionale è stata intrapresa". 

"Non si offende così l’intelligenza dei cittadini. Non si è fatto nulla - attacca Macchia - o si è fatto poco per prevenire i contagi ed adesso si è creata una pandemia nella pandemia di dimensioni sconcertanti.  Non solo, poiché la struttura allo stato è quasi priva di personale, in quanto collocato in infortunio per Covid 19, si cerca di convincere qualche familiare dei pochissimi ospiti risultati negativi al tampone a farsi carico degli stessi".  

Antonio Macchia

"Dunque, ci chiediamo che ne sarà di questi malcapitati ospiti? In che modo - conclude Macchia - si potrà continuare a prendersi cura di loro?  Il problema ha dei risvolti di natura sociale molto delicati. A questo punto la Asl Br, quale rappresentante del Sistema sanitario nazionale, e quindi tenuta alla salvaguardia del diritto alla salute costituzionalmente sancito, in relazione a tutti i gravi fatti evidenziati, deve immediatamente prendere i dovuti provvedimenti del caso: Commissariare la Struttura ‘Il Focolare’".

Articolo aggiornato alle ore 21.58 (intervento di Antonio Macchia)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

Torna su
BrindisiReport è in caricamento