Attualità

Assalto alla Cgil nazionale: gli attestati di solidarietà dal Brindisino

Politica, associazioni e istituzioni condannano le violenze che ieri (sabato 9 ottobre) hanno trasformato il centro di Roma in un terreno di guerriglia urbana

BRINDISI - Attestati di solidarietà e vicinanza alla Cgil dal mondo politico, associazioni e istituioni anche nella provincia di Brindisi. Ieri, sabato 9 ottobre, infatti, la sede nazionale del sindacato dei lavoratori è stata assaltata durante la manifestazione organizzata a Roma dai movimenti no gree pass e no vax.

Solidarietà arriva dal presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, che questa mattina al presidio organizzato nella sede Cgil di Lecce: "La posizione che tutti dobbiamo assumere è questa - ha detto Emiliano - Forza nuova e Casapound vanno sciolte perché sono organizzazioni neofasciste con le quali non si può più ragionare e bisogna assolutamente applicare le leggi. Da oggi comincia una mobilitazione istituzionale. La regione Puglia come istituzione chiederà prima al consiglio regionale, poi al governo, poi al prefetto, al ministro degli Interni di agire con assoluta durezza applicando la legge esistente. E voi sapete che noi quando diciamo una cosa  poi la facciamo”. 

Idea per Brindisi: "Il sindacato conquista della nostra democrazia"

"A nome mio e del movimento che rappresento, esprimo tutta la solidarieta’ alla Cgil per il vile e vergognoso attentato subito nella sede nazionale, ad opera di un gruppo di facinorosi ed esponenti politici della estrema destra. Condanniamo fermamente ogni tipo di violenza, ogni attacco alla liberta’ di espressione e di opinione. Chi crede di utilizzare o peggio cavalcare la protesta per politicizzare il disagio di una parte della società, trasformando una battaglia democratica in atti di violenza e di estremismo, deve essere condannato e
posto fuori da qualsiasi logica politica e deve essere trattato come un comune delinquente. Il resto appartiene non alla politica, ma alla delinquenza che a prescindere dal colore politico deve essere condannata e perseguita", Claudio Niccoli, segretario provinciale "Idea per Brindisi".

Brindisi Bene Comune: "Obiettivo: minare la democrazia"

"Ogni giorno si assiste a tentativi di infiltrazioni neofasciste in partiti, manifestazioni, dibattiti e in special modo dove vi sono difficoltà e disagi sociali. Il dibattito democratico deve restare sempre nei limiti della costituzione e del rispetto reciproco. Questo clima e questi gesti non sono più tollerabili e ci associamo a tutte le forze politiche democratiche che chiedono  lo scioglimento di tutte le forze e i partiti neofascisti. Solidarietà alla Cgil per l'attacco organizzato da forze neofasciste con il chiaro obiettivo di minare alle fondamenta la democrazia del nostro paese", Brindisi Bene Comune.

Legambiente Brindisi: "Prende le distanze dai gruppi fascisti"

"Democratiche manifestazioni non possono tramutarsi in occasioni per far emergere odio e violenza e devono provocare apertamente lo sdegno degli organizzatori e la presa di distanza da gruppi fascisti e da quanti assurdamente parlano di dittatura con riferimento alla gestione della pandemia, dei vaccini e del green pass. Tutte scelte che tutelano diritti inalienabili e la salute pubblica con i risultati che in modo evidente ci stanno conducendo fuori dal tunnel della pandemia ed al ritorno alla normalità anche grazie all’impegno costante di chi rappresenta i diritti dei lavoratori",  circolo “Tonino Di Giulio” Legambiente Brindisi.

Michele Saccomanno, sindaco di Torre Santa Susanna

"Caro Matteo, voglio esprimere tuo tramite a tutta la Cgil di Torre e con voi al resto del più grande sindacato italiano la mia personale solidarietà e anche come Sindaco onorato di rappresentare la intera amministrazione.  Violenza stupida e selvaggia, senza nessuna giustificazione. L’auspicio profondo e sincero che tutti i cittadini perbene isolino e caccino dalla propria comunità simili mascalzoni", dal sindaco di Torre Santa Susanna a Matteo Birtolo responsabile Cgil Torre.

Pd Brindisi: “Mobilitazione contro le formazioni neofasciste”

"Questa mattina una folta delegazione del Partito Democratico di Brindisi ha partecipato al presidio organizzato dalla Cgil di Brindisi contro l’infame attacco alla sede nazionale dello stesso sindacato e alle aggressioni subite dalle forze dell’ordine ad opera di criminali neofascisti e per dare pieno sostegno a tutte le 'strutture' democratiche. Un chiaro tentativo di destabilizzazione della Democrazia ad opera di delinquenti organizzati da movimenti neofascisti a cui bisogna rispondere con ferma determinazione e attraverso la mobilitazione di tutte le cittadine e i cittadini che credono profondamente nella libertà e nei valori democratici. Per questo tutte le iscritte e gli iscritti del circolo di Brindisi del Partito Democratico giovedì 14 ottobre si incontreranno in un’assemblea nel circolo di Brindisi alla presenza del segretario provinciale della Cgil Antonio Macchia, del sindaco di Brindisi Riccardo Rossi e del consigliere regionale Maurizio Bruno per ribadire il sostegno alla proposta del segretario nazionale del Pd Enrico Letta di scioglimento, attraverso un’iniziativa parlamentare, di tutte formazioni neofasciste", circolo di Brindisi del Partito Democratico.

Uil Fpl Brindisi: "Immagini che provocano indignazione"

Le immagini che abbiamo visto ieri arrivare da Roma  - afferma Gianluca Facecchia, segretario generale della Uil Fpl Brindisi - non possono che provocare indignazione e sgomento. Il violento attacco alla sede generale della Cgil, da parte di un gruppo di facinorosi che partecipava alla manifestazione contro il Governo, per l'applicazione dell'obbligo del green pass e l'ignobile attacco al pronto soccorso di uno degli ospedali delle Capitale devono trovare unicamente e univocamente una forte parola di condanna. Lo facciamo come sigla sindacale, ma anche come cittadini italiani. I luoghi che sono da sempre i più vicini ai cittadini - ospedali sedi sindacali, ecc - non possono essere bersagli (del resto facili e comodi) per vomitare la rabbia repressa di chi vorrebbe esprimere "democraticamente" la propria posizione. Visto che abbiamo memoria corta e labile forse è doveroso ricordare e fare ricordare quando e quanto i sindacati hanno fatto in decenni di presenza sul territorio per i problemi dei lavoratori.

È doveroso dire quanto sia indispensabile la presenza dei Presidi ospedalieri in uno Stato, che per primo in Europa ha garantito e garantisce l'assistenza sanitaria gratuita. Vile e ingrato allora è chi si scaglia con questi simboli. Come vile è chi confonde il diritto al lavoro con il diritto alla salute. Vile è chi non riesce a manifestare in maniera democratica scegliendo la violenza per affermare le proprie convinzioni. La Uil Fpl di Brindisi vuole esprimere la propria vicinanza ai colleghi sindacali e agli operatori sanitari, assicurando con maggiore impegno una reale vicinanza. In questi mesi tutti, nelle specifiche competenze, ci siamo impegnati nell'affrontare una situazione sanitaria inedita e dalle proporzioni planetarie. Abbiamo anche noi convissuto con la paura, ma siamo rimasti sul campo… Abbiamo gioito per la conquista che la Scienza ha raggiunto con i Vaccini e la loro distribuzione.

Ci siamo affidati e fidati della scienza e dello Stato come lavoratori e cittadini. Rispettando le regole non ci sentiamo manichini senza cervello, ma donne e uomini che forse - a differenza di chi sbraita verità assolute - hanno anteposto il bene delle collettività a quello proprio. E non è poco. Non può essere considerato poco da chi la pensa diversamente: gruppi di "auto formatisi" alla scuola di internet, gruppi politici dai pensieri e comportamenti squadristi, gente arrabbiata con la vita che sguazza nel fango dell'ignoranza e dell'arroganza. Non ci faremo intimorire in alcun modo e confidiamo nell'intelligenza della maggioranza dei cittadini di questa nostra Democrazia, che oltre ad averci donato il diritto al lavoro e alla salute, ci dà il senso del limite. 

Francavilla Fontana: la solidarietà di sindaco e presidente del consiglio comunale

Questa mattina il Sindaco Antonello Denuzzo e il Presidente del Consiglio Comunale Domenico Attanasi si sono recati nella sede della Cgil di Corso Umberto I per manifestare la solidarietà delle Istituzioni cittadine all'indomani del violento attacco nella sede nazionale del Sindacato ad opera di gruppi neofascisti. In occasione di questo incontro il Presidente Attanasi, dopo aver condannato con forza l'accaduto, ha preannunciato che nelle prossime ore inviterà formalmente i rappresentanti della locale Cgil e i referenti delle forze politiche operanti sul territorio francavillese ad intervenire nel prossimo Consiglio Comunale per un momento di riflessione sui valori della democrazia.

Manifestazione Francavilla-2

Il sindaco Denuzzo ha così commentato: "Il tentativo della "presa" di una Città, i comportamenti di chi va in piazza a provocare scontri e a dare degli “assassini” ai giornalisti e di chi assalta le sedi sindacali o marcia su Palazzo Chigi non c’entrano nulla con la libertà di manifestare e con le altre libertà garantite dalla Costituzione, nè con i dubbi di persone perbene cui va spiegato con argomenti rigorosi perchè è necessario vaccinarsi e perchè è utile il Green Pass."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto alla Cgil nazionale: gli attestati di solidarietà dal Brindisino

BrindisiReport è in caricamento