menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assembramenti, stretta alla movida indisciplinata: divieti in piazze e vie

Con ordinanza n°7 di oggi, venerdì 5 febbraio, il sindaco Pasquale Rizzo, vieta lo stazionamento in alcune vie e piazze de paese da oggi fino a domenica 7 e da giovedì 11 a domenica 14 febbraio

SAN PIETRO VERNOTICO - Contro i cittadini senza rispetto per le norme anti covid che vietano assembramenti in pubblico e stazionamenti vicino a bar e locali arriva la stretta del sindaco. Con ordinanza n°7 di oggi, venerdì 5 febbraio, il sindaco di San Pietro Vernotico, Pasquale Rizzo, vieta lo stazionamento in alcune vie e piazze de paese da oggi fino a domenica 7 e da giovedì 11 a domenica 14 febbraio. 

I divieti 

Nel dettaglio il divieto di stazionamento vale dalle 19 alle 5 del mattino successivo in: piazza del Popolo, via Mercato, via San Pietro, vico Gagliano, via Pennetti, via Brindisi per tutto il tratto dall’incrocio con via Mazzini e via Mare all’incrocio con via Don Vincenzo Marzo e via Puccini, Giardinetti in via Gianturco, piazza Mercato, piazza Modugno (giardinetti e parcheggio destinato ad area mercatale compreso), giardinetti a servizio delle Ferrovie dello Stato, Piazzale Padre Pioordinanza divieti san pietro-2 Piazza San Pietro

Nell’ordinanza si precisa che: "Il divieto di stazionamento fa in ogni caso salva la possibilità di passaggio, oltre che di accesso e deflusso di persone agli esercizi commerciali legittimamente autorizzati a svolgere attività in locali o su area pubblica (rispettando gli orari differenziati in funzione delle attività svolte e della zona arancione che caratterizza il nostro territorio), anche per attività di somministrazione alimenti, nonchè alle abitazioni private, alle sedi di associazioni od altre attività, professionali, commerciali, sindacati, e di altro genere ubicate nelle zone interessate al presente atto. Resta fermo naturalmente in ogni punto del territorio comunale il divieto di assembramento. 

Inoltre “le attività di somministrazione di alimenti e bevande (alcoliche e non alcoliche), esercitate utilizzando distributori e/o apparecchi automatici self service (e quindi prive di personale dipendente che operi in loco), potranno svolgere attività di vendita dalle ore 5,00 del mattino alle ore 18,00 di ogni giorno, con divieto di funzionamento degli apparecchi self service destinati a vendita di alimenti e bevande dalle ore 18,00 alle ore 04,59 del giorno successivo”. 

ordinanza divieti san pietro-2

Un intervento resosi necessario sia davanti all’aumento dei contagi nel territorio che nel giro di pochi giorni sono arrivati a quota 100 (oggi scesi a 40) che per il comportamento totalmente strafottente di molti giovani che oltre a non rispettare i divieti imposti dal Dpcm si prendono anche beffa delle forze dell’ordine. Nell’ultimo weekend carabinieri e agenti di Polizia locale hanno visto scene di ragazzini che si dileguvano in loro presenza nascondendosi nelle vie del centro storico per poi tornare ad assembrarsi non appena le forze dell’ordine si spostavano. 

I comportamenti dei giovani 

“Nei giorni scorsi è stato eseguito un servizio congiunto da parte dei Ccarabinieri e della Polizia locale che ha interessato numerosi punti nevralgici del Paese, con il risultato che gruppi di giovani, non appena resisi conto del sopraggiungere delle Forze dell’Ordine, si sono dileguati nelle vie laterali piazza del Popolo, sostando in via Torchiarolo, in via Milano, in via Mercato, in vico Galiano, attendendo poi la fine dell’attività di controllo per tornare nuovamente in Piazza del Popolo per poi nuovamente dileguarsi al sopraggiungere di un successivo controllo”. Si legge in un punto dell’ordinanza. 

E poi ancora: "Nella giornata di sabato scorso il comandante della locale stazione carabinieri, veniva raggiunto dal sindaco telefonicamente per la presenza di un gruppo di minorenni che stazionava senza mascherine in piazza Gianturco intento a vandalizzare una bicicletta: alla vista del sindaco i giovani si dileguavano in tutta fretta, spostandosi in gruppo verso Piazza del Popolo attraverso via San Pietro. In quella occasione il comandante mi notiziava che la pattuglia aveva effettuato un intervento per la presenza di un gruppo numeroso di adulti che sostavano in via Brindisi, in assembramento, nei pressi di un bar”. 

“Ben due bar hanno subito la chiusura temporanea delle attività, perché favorivano la presenza di persone in violazione delle prescrizioni; sabato sera alle ore 20,50 un gruppo di giovani sorseggiava bottiglie di birra od altre bevande in via Brindisi nei pressi della attività di somministrazione di prodotti alimentari, bevande (alcoliche e non alcoliche), mediante apparecchi automatici self service H 24. Sopratutto nella fascia oraria dopo le 19 gruppi di persone consumano alimenti e/o bevande nel parcheggio di Piazzale Modugno o nei giardinetti antistanti, creando assembramenti e violando le norme in vigore”. 

“Pur avendo l’Ill.mo sig. Questore di Brindisi messo in campo ogni forza disponibile sui territori, non si può continuare ad accettare il comportamento elusivo ma spesso trasgressivo di giovani e meno giovani, che, incuranti, camminano per strada in gruppo e senza mascherine, creando pericolose zone di assembramento, costringendo i Carabinieri o le altre Forze di Polizia ad effettuare continui passaggi nelle stesse zone, nascondendosi al loro arrivo per poi nuovamente tornare al posto di prima, svilendo l’impegno di tanto dispiegamento di uomini e mezzi, e calpestando il costo sociale che stanno pagando tante attività commerciali, ligie al rispetto delle norme, nella speranza di tornare a vivere una condizione di normalit”

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento