Crisi e legge anti-suicidi: nasce l'associazione "Tisdebito"

La norma riservata ai soggetti non fallibili per la ristrutturazione del debito. La prima consulenza è gratuita

Foto repertorio Ansa

“La crisi economica e la difficoltà di trovare un lavoro stabile e l’aumento del costo della vita nonché l’emergenza Covid hanno portato migliaia di persone a trovarsi sopraffatti dai debiti accumulati, a cui non riescono a far fronte. l 29 febbraio 2012 è entrata in vigore la Legge 3/2012, altrimenti detta legge ‘anti suicidi. Il sovraindebitamento, prima di essere un concetto giuridico, è un fenomeno purtroppo tristemente diffuso: da dati Caritas e Istat, il numero delle famiglie in stato di grave sovraindebitamento è pari a oltre 2 milioni, con un incremento del 53,5% dal 2007 ad oggi, al quale aggiungere gli altri soggetti non fallibili quali professionisti e piccoli imprenditori”. Lo segnala l’associazione Tisdebito, che opera a Ostuni e Carovigno.

“I procedimenti di composizione della crisi da sovraindebitamento introdotti da tale normativa riguardano quei soggetti che, secondo quanto previsto dall’articolo 1 della legge fallimentare, non possono essere sottoposti a procedura fallimentare. L’obiettivo di queste procedure è di risolvere lo stato di crisi salvaguardando sia gli interessi del debitore, sia del creditore, permettendo al primo di saldare i debiti verso banche, finanziarie e creditori entro le sue effettive disponibilità e nel tempo che gli è più congeniale”, fa sapere l’associazione.

“Attraverso gli strumenti previsti dalla richiamata norma è, per esempio, possibile ottenere una riduzione fino al 50% dei debiti, con saldo e stralcio, degli stessi nei confronti di qualsiasi tipo di creditore, da Equitalia all’Agenzia delle Entrate, a istituti di credito o società finanziarie. Inoltre, l’instaurazione delle procedure di composizione della crisi da sovra-indebitamento ha l’effetto di sospendere qualsivoglia azione intrapresa dal creditore che possa arrecare un pregiudizio al patrimonio del debitore, permettendo così di salvarlo”, prosegue il comunicato di Tisdebito.

“A questo processo di esdebitazione possono accederr tutti i cittadini italiani, aziende, ditte individuali e tutti i soggetti non fallibili. È proprio con lo scopo di diffondere la conoscenza e l’utilizzo di tale norma che nasce ad Ostuni l’associazione TIsdebito, la quale si prefigge l’obiettivo di rendere accessibile la legge n. 3/2012 a tutti coloro i quali versino in uno stato di difficoltà economica e rivestano i profili soggettivi previsti dalla norma in argomento”.

L’associazione TIsdebito opera sul territorio di Ostuni e Carovigno, attraverso le due sedi ubicate in Ostuni in Via San Giovanni Bosco 18 e in Carovigno in Corso Umberto I 130/B. Professionisti specializzati nella materia saranno a disposizione, per offrire una prima consulenza del tutto gratuita, proponendo soluzioni che consentano al sovraindebitato di poter uscire dalla grave esposizione debitoria in cui versa. Per ulteriori informazioni e per capire, nello specifico, le tipologie di procedure previste dalla citata norma, contattare ai numeri, 333.6697260, 338.7575926, al fine di fissare un appuntamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia passa in zona gialla: cosa cambia fino al 21 dicembre

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid, Puglia: la curva rallenta. Nel Brindisino cinque decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento