rotate-mobile
Attualità

Assunzione precari del covid: Cobas Brindisi manifesta a Bari davanti alla Regione

"Questi disoccupati vanno salvati e restituiti al mondo del lavoro" afferma il segretario Roberto Aprile

BARI - Il sindacato Cobas di Brindisi tornerà a Bari insieme ai precari nel campo sanitario, che non hanno ancora trovato una collocazione dopo l'emergenza covid, nel corso di un nuovo corteo organizzato per martedì 2 maggio. La partenza è per le ore 9:00 da via Gentile angolo via Daunia. I partecipanti arriveranno fino alla sede della Regione Puglia, dove nella stessa giornata si svolgerà un Consiglio regionale.

"I lavoratori hanno già informato le autorità politiche sul fatto che, in questa occasione, intendono avere un incontro chiarificatore rispetto alla loro situazione, che non può più continuare ad andare avanti nel modo attuale" fa sapere il responsabili territoriale Roberto Aprile.

"Il commissario Asl Brindisi, Giovanni Gorgoni, e l’amministratore di Sanitaservice, Francesco Zingarello, nei giorni scorsi hanno mandato le carte richieste dalla Regione e relative alla necessità di effettuare delle assunzioni in Sanitaservice per il 2023".

"I documenti prodotti da questi dirigenti fanno riferimento al numero dei lavoratori che sono andati in pensione, alle ore di straordinario effettuate per mancanza personale e per le necessità relative ai nuovi servizi affidati alla società" prosegue Aprile.

"I numeri che sono stati analizzati dall'Asl per il nuovo anno confermano la necessità di nuove assunzioni in Sanitaservice, sufficienti per i precari covid in attesa di essere stabilizzati da tempo. Questi lavoratori, giunti ormai alla fine della disoccupazione, rischiano di cadere nel baratro della fame più nera".

"Le nuove disposizioni della Regione Puglia, che saranno pubblicate a giorni, lasciano intendere che le decisioni sul tema delle assunzioni devono essere prese dalla Giunta regionale. Le carte inviate più volte da Brindisi sono in regola perché partono da conti di carattere matematico, non sono voli pindarici sbagliati che da qualche altra parte qualcuno può aver fatto". Aprile conclude: "La Regione si deve rendere conto che questi disoccupati vanno salvati e restituiti al mondo del lavoro, oltreché delle necessità dei cittadini bisognosi di cure".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assunzione precari del covid: Cobas Brindisi manifesta a Bari davanti alla Regione

BrindisiReport è in caricamento