Sabato, 13 Luglio 2024
Attualità

Apulia film commission, tensioni nel Cda: "Non ci sono le condizioni per proseguire"

Stamattina l'audizione in commissione regionale. La presidente Simonetta Dellomonaco assente per un improvviso malore

Non ci sono più le condizioni per proseguire con l'attività dell’attuale Cda di Apulia Film Commission. E’ quanto emerso da un’audizione della seconda commissione della Regione Puglia convocata stamattina (mercoledì 27 luglio) con l’obiettivo di approfondire la situazione attuale della governance della Fondazione, a seguito delle forti tensioni, con ripercussioni anche di tipo legale, che si sono registrate nei mesi scorsi fra la presidente Simonetta Dellomonaco e il direttore Antonio Parente.

La prima non ha partecipato alla seduta a causa di un improvviso malore, così come giustificato dalla stessa. Presenti invece il direttore e i consiglieri di amministrazione. “Da parte degli intervenuti – si legge in una nota della Regione - è emerso chiaramente che non ci sono più le condizioni tecniche, amministrative e gestionali per poter proseguire con l’attività dell’attuale CdA, a seguito dei rapporti non idilliaci tra la presidente ed il direttore, che non consentono di operare in un clima sereno, fattivo e corretto”. “È stata sollecitata un’assemblea dei soci – si legge ancora nel comunicato - per una valutazione più appropriata delle condizioni di difficoltà in cui versa la governance di Afc”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apulia film commission, tensioni nel Cda: "Non ci sono le condizioni per proseguire"
BrindisiReport è in caricamento