Attualità

Palazzo Guerrieri: spazio alle idee dei cittadini, ecco l'avviso pubblico

Cominciano a entrare nel vivo le attività del Laboratorio di innovazione urbana inaugurato nei giorni scorsi

BRINDISI - Il Laboratorio di Innovazione Urbana, il nuovo spazio per l’innovazione economica e sociale promosso dall’amministrazione comunale di Brindisi, entra nel vivo delle sue attività. Oggi è stato pubblico l’avviso destinato a gruppi informali ed organizzazioni già costituite per candidare idee da trasformare in progetti sostenibili, c’è tempo fino al 30 settembre 2019.

Le idee selezionate avranno a disposizione spazi di lavoro condivisi, formazione, mentoring, risorse economiche, ricerca di finanziamenti e di partner strategici.  Il Laboratorio di Innovazione Urbana accompagnerà le realtà selezionate nell’avvio e nel consolidamento di idee progettuali a vocazione imprenditoriale coerenti con le vocazioni del territorio e che contribuiscano a diversificare la base economica e sociale della città di Brindisi.

Gli ambiti ai quali candidarsi sono sei: ambiente (ad esempio: riconversione ecologica, economia circolare, energie rinnovabili etc.); turismo e cultura (turismo lento, turismo accessibile, turismo enogastronomico, promozione e fruizione del territorio, produzioni culturali etc.); agricoltura (valorizzazione dei prodotti tipici, reti e filiere agroalimentari, nuove produzioni agricole etc.); artigianato e manifattura (manifattura leggera, disegno e produzione di nuovi prodotti collegati alle vocazioni della città, artigianato di qualità etc.); welfare ed educazione (ad esempio, servizi di welfare generativo, contrasto alla dispersione e all’abbandono scolastico, investimenti in nuove competenze, transizione tra scuola e lavoro, educazione all’imprenditorialità etc.);  rigenerazione urbana (ad esempio, valorizzazione di spazi abbandonati e/o sottoutilizzati, gestione dei beni comuni etc.).

Ciascuna organizzazione o gruppo informale che verrà selezionato, parteciperà al Laboratorio di Innovazione Urbana e avrà a disposizione, oltre all’affiancamento da parte del gruppo di lavoro di Palazzo Guerrieri, un importo variabile tra i 5.000 ed i 20.000 euro che potrà essere utilizzato, a titolo esemplificativo e non esaustivo, per: il perfezionamento del disegno dell’idea progettuale e del suo modello organizzativo; la definizione dei fabbisogni finanziari e dei piani di impresa delle idee progettuali; il rafforzamento delle competenze del gruppo di lavoro attraverso percorsi formativi generali e specifici; l’individuazione ed il coinvolgimento di mentori e consulenti con competenze specifiche riferite all’idea progettuale;   l’individuazione ed il reperimento di servizi specialistici e beni strumentali utili allo sviluppo delle idee progettuali; la definizione di risorse, partenariati e reti strategiche per la realizzazione delle iniziative; la definizione e la sperimentazione di prototipi di prodotti/servizi; l’individuazione di fonti di finanziamento pubbliche e private.

L’avviso pubblico per partecipare al Laboratorio di Innovazione Urbana di Palazzo Guerrieri scade il prossimo 30 Settembre 2019 ed è scaricabile dal sito del Comune di Brindisi nella sezione avvisi pubblici (https://www.comune.brindisi.it) e dal sito di Palazzo Guerrieri (https://www.palazzoguerrieri.org).

“Uno degli obiettivi dell’amministrazione comunale è rafforzare la capacità progettuale della comunità brindisina -  afferma l’assessore alla Programmazione economica Roberto Covolo – attraverso azioni di sostegno con risorse, servizi e spazi messi a disposizione di persone e progetti che aiutino la città a disegnare il futuro del suo sviluppo in un’ottica sostenibile’.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Guerrieri: spazio alle idee dei cittadini, ecco l'avviso pubblico

BrindisiReport è in caricamento