menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avviso Start in Puglia: "La Regione mantenga gli impegni"

Il consigliere regionale di "Fratelli d'Italia", Luigi Caroli, ha presentato un'interpellanza all'assessore competente

BARI - Non sono state, ancora, corrisposte le 400 euro, sul totale di 2mila euro, trattenute dalla Regione Puglia a tutti i lavoratori autonomi ammessi al beneficio del contributo previsto dall'avviso "Start in Puglia", quale misura di sostegno per tale categori, titolari di partita Iva nell’ambito della gestione dell’emergenza epidemiologica causata dal Covid-19. Diversi professionisti pugliesi, infatti, sono risultati beneficiari ed ammessi a ricevere il contributo ma la Regione Puglia ha corrisposto solo 1.600 euro, nell’attesa di chiarire se il contributo sia assoggettabile a ritenuta di acconto, trattenendo, così, le restanti 400 euro. 

Per questo motivo, il consigliere regionale di "Fratelli d'Italia", Luigi Caroli, raccogliendo le lamentele di molti professionisti, ha presentato un'interpellanza all'assessore competente affichè la Regione Puglia mantenga gli impegni e "si conoscano le motivazioni che hanno spinto gli uffici preposti a questa erronea e discriminatoria decisione". Caroli afferma, infatti, che "i contributi e le indennità di qualsiasi natura erogati in via eccezionale a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e diversi da quelli esistenti prima della medesima emergenza, da chiunque erogati e indipendentemente dalle modalità di fruizione e contabilizzazione, spettanti ai soggetti esercenti impresa, arte o professione, nonchè ai lavoratori autonomi, non concorrono alla formazione del reddito imponibile ai fini delle imposte sui redditi e del valore della produzione ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive (Irao) e non rilevano ai fini del rapporto di cui agli articoli 61 e 109, comma 5, del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, numero 917.

Sulla questione era intervenuta, anche, l'Aiga Puglia, l'associazione dei giovani avvocati, attraverso il suo coordinatore, Francesco Monopoli, chiedendo, appunto, la corresponsione della parte mancante del contributo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento