Anche San Pancrazio Salentino avrà i suoi progetti di servizio civile

Bandi: Destinato un posto ad un giovane con minori opportunità e cioè con bassa scolarizzazione

SAN PANCRAZIO SALENTINO - Dopo un’esperienza ultradecennale in ambito di Servizio civile nazionale, il Comune di San Pancrazio Salentino ha raggiunto un altro grande ed importante traguardo: la vittoria del bando di Servizio civile universale che continuerà a garantire a tanti giovani un’inestimabile opportunità di crescita e lavorativa all’interno dell’ente comunale e a supporto dell’intera comunità sampancraziese.

La Legge 6 Giugno 2016 n.106 recante “Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del Servizio Civile Universale” all’art. 8 ha provveduto alla revisione della disciplina in materia di Servizio Civile Nazionale istituendo il Servizio Civile Universale che prevede un meccanismo di programmazione triennale. Da quest’anno, ogni singolo progetto è parte di un più ampio programma di intervento che risponde ad uno o più obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e riguarda uno specifico ambito di azione individuato tra quelli indicati nel Piano triennale 2020-2022 per la programmazione del servizio civile universale.

Questo ha comportato non poche difficoltà per Comuni di piccole dimensioni che si trovavano per la prima volta a dover candidare un proprio progetto in un panorama del tutto nuovo ma soprattutto non più regionale, bensì nazionale Questo però non ha scalfito minimamente la volontà di mettersi in gioco e difendere questa importante  occasione lavorativa per i giovani che oggi cammina accanto ad un’altra altrettanto entusiasmante scommessa per San Pancrazio: l’istituzione dello sportello Infogiovani San Pancrazio Salentino di cui parleremo nei prossimi giorni.

Ed è nelle difficoltà che si riscopre l’importanza della rete, del reciproco sostegno. Ecco che San Pancrazio Salentino insieme ad altri 6 Comuni (Brindisi, Campi Salentina, Francavilla Fontana, Latiano, Novoli, San Pietro Vernotico) ha istituito una rete che ha partecipato e vinto il Bando di Servizio civile universale su scala nazionale aggiudicandosi tra i pochi Comuni pugliesi di piccola dimensione.

Assessore Politiche giovanili Dott.ssa Raffaella Rucco: “Era una sfida che sapevamo essere impegnativa ma il desiderio di difendere i giovani e questa loro importante esperienza lavorativa ci ha dato la giusta determinazione per lavorare duramente da oltre un anno. Ed oggi siamo fieri ed orgogliosi di poter dire che San Pancrazio avrà ancora i suoi progetti di servizio civile. I giovani tra i 18 e 28 anni che vogliano diventare operatori volontari di servizio civile potranno candidarsi al Bando che sarà pubblicato nei prossimi giorni sul sito istituzionale del Comune di San Pancrazio Salentino".

"I giovani volontari sono una risorsa importante ed insostituibile del nostro Paese a cui ogni comunità dovrebbe rivolgere un sentito ringraziamento. Anche in questo periodo di pandemia hanno deciso di non fermare il progetto donando al territorio il loro generoso e coraggioso contributo e di questo sono molto orgogliosa”. L’Amministrazione comunale di San Pancrazio salentino, nella sua candidatura con un progetto che mira al turismo, cultura, promozione territoriale ed individuazione di finanziamenti nazionali ed europei, ha scelto altresì di destinare 1 posto ad un giovane con minori opportunità e cioè con bassa scolarizzazione che possa sfruttare questa esperienza come stimolo di crescita e formazione sociale e culturale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento