rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità

Servizio civile universale: bando per 184 ragazzi dai 18 ai 29 anni

Riguarda i Comuni di Francavilla Fontana, Ceglie Messapica, Oria, San Michele Salentino, Carovigno e Villa Castelli. I selezionati riceveranno 444 euro al mese per un anno

La Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale ha approvato il progetto di impiego per 184 volontari presentato dal Consorzio Ambito territoriale sociale Br 3 di Francavilla Fontana che raggruppa oltre alla Città degli Imperiali, i Comuni di Ceglie Messapica, Oria,  San Michele Salentino, Carovigno e Villa Castelli.
Il progetto denominato “Consorzi…amo il sociale” vedrà coinvolte Istituzioni pubbliche e del terzo settore locale nei settori del welfare, del patrimonio culturale e dell’educazione: 184 giovani uomini e donne dai 18 ai 29 anni non compiuti (con una riserva per i ragazzi appartenenti a nuclei familiari con Isee inferiore ai 10.000 euro) svolgeranno servizi utili alla collettività residente nei sei Comuni dell’Ambito sotto la regia del Consorzio, formandosi e donandosi a una causa pubblica, al servizio di tutti.

I soggetti selezionati (il bando uscirà nelle prossime settimane) riceveranno 444 euro mensili per 12 mesi (980.352 euro che arriveranno nelle tasche dei 184 giovani del territorio in un anno, a cui aggiungere il contributo dello Stato per la formazione dei giovani selezionati e il valore inestimabile dei servizi resi alla collettività ) oltre alla certificazione delle competenze acquisite dai giovani coinvolti.

“Solo qualche mese fa 748000 euro per il progetto in via di realizzazione dei minori stranieri non accompagnati, oggi questo straordinario moltiplicatore sociale chiamato servizio civile universale che unisce cittadinanza attiva, servizi per la collettività e orientamento al lavoro, per i giovani e per il territorio” – dichiara entusiasta a nome degli amministratori Giuseppe Bellanova, Presidente dell’Ambito Br 3

“Quando il welfare finisce di essere assistenziale diventa promotore di sviluppo e della persona umana, arrivano successi indiscussi come questo, dove in un colpo solo si associano inclusione sociale, welfare educativo e culturale, politiche giovanili, orientamento al lavoro.In rete con le scuole con il terzo settore locale. Un moltiplicatore sociale come riferito dal Presidente del Consorzio a cui aggiungerei’esponenziale’. Fiero della impeccabile e professionale squadra che dirigo, a cui va il merito dell’ennesimo eccellente risultato” – conclude il Direttore Generale del Consorzio Gianluca Budano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio civile universale: bando per 184 ragazzi dai 18 ai 29 anni

BrindisiReport è in caricamento