Assistenza psicologica gratuita: 150 richieste d’aiuto durante l’emergenza

Il ringraziamento del sindaco di Brindisi agli psicologi e psicoterapeuti Vito Mauro Brugnola, Lucia Destino, Mariella Errico ed Elisa Polito

In data 18 maggio 2020 ha avuto conclusione il servizio di aiuto e supporto psicologico “Emergenza Covid-19”  per la città di Brindisi offerto dagli psicologi e psicoterapeuti Vito Mauro Brugnola, Lucia Destino, Mariella Errico ed Elisa Polito. 

Il servizio in quasi due mesi, ha accolto circa 150 richieste d’aiuto da parte dei cittadini provati dalle conseguenze della quarantena dovute al Covid-19.  “Il mio più sentito ringraziamento - dichiara il sindaco Riccardo Rossi - va a questi professionisti della salute che in maniera volontaria, oltre che totalmente gratuita, hanno offerto il loro tempo e le loro conoscenze ai cittadini che sentivano il bisogno di un supporto psicologico in un momento davvero difficile”.

Gestione delle dinamiche familiari, ascolto e comprensione degli stati ansiosi e depressivi sono stati al centro dell’intervento fornito dai quatto professionisti. Particolarmente importante è stato il numero delle chiamate nel corso dei mesi di marzo ed aprile, mentre si è assistito a una netta diminuzione delle richieste d’aiuto a partire dai primi mesi di maggio.

“Noi psicologi - spiegano i quattro professioni volontari - ci sentiamo di ringraziare l’amministrazione comunale e tutte le persone che si sono fidate di noi: donne, uomini, persone in attesa di occupazione e affermati professionisti che hanno confidato i loro pensieri più profondi e parlato della loro vita in un momento particolarmente dedicato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non sempre è stato semplice coniugare il servizio d’ascolto con le nostre attività professionali ma la consapevolezza di aver portato un aiuto concreto alla comunità ci ripaga di ogni sforzo, speranzosi in progressivo e definitivo ritorno alla normalità, facciamo un grossissimo in bocca al lupo a tutti i nostri concittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Droga, rapine, armi: chiesto giudizio anche per 5 brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento