Blocco del Servizio di Integrazione scolastica: "La scuola non ricomincia per tutti"

Riceviamo e pubblichiamo una nota dell'associazione per l'Autismo Coloriamo il Mondo di Mesagne sul blocco del Servizio di Integrazione Scolastica

BRINDISI - Riceviamo e pubblichiamo una nota dell'associazione per l'Autismo Coloriamo il Mondo di Mesagne sul blocco del Servizio di Integrazione Scolastica

L’Aps Coloriamo Il Mondo, associazione per l’Autismo di Mesagne che accoglie tra i suoi associati molte famiglie della provincia di Brindisi, con grande rammarico segue la vicenda che riguarda il blocco del Servizio di Integrazione Scolastica che avrebbe dovuto attivarsi domani 24 settembre “contestualmente” all’inizio del nuovo anno scolastico anche per tanti bambini e ragazzi disabili di Brindisi e della sua provincia. 

L’inizio di un nuovo anno scolastico per famiglie che vivono la disabilità è vissuto con immensa ansia ma nonostante ciò in cuor proprio ogni famiglia cerca di essere fiduciosa e speranzosa che le cose un anno dopo l’altro possano cambiare e magari migliorare. Ma invece ogni anno si ripresentano sempre gli stessi scenari e ciò che è accaduto conferma il tutto. 

Quest’ anno più di ogni altro anno scolastico, dopo un periodo molto intenso vissuto da famiglie e bambini a causa dell’emergenza sanitaria prima e del lock-down poi, ogni genitore di studente disabile si sarebbe aspettato che il servizio di integrazione scolastica fosse partito puntuale e preciso e che ci fosse stata quindi una maggiore attenzione da parte delle Istituzioni affinché l ‘anno partisse serenamente e senza problemi. L’attenzione purtroppo è decisamente venuta a mancare ed è inconcepibile che la non accettazione di una delibera fatta a poche ore dall’inizio della scuola, possa ricadere sui più fragili. 

La responsabilità di questa situazione è di tutti coloro che avrebbero dovuto lavorare con largo anticipo affinché la giornata di domani fosse andata in maniera decisamente differente soprattutto dopo questo periodo particolare ed in questa fase ancora di ripresa e riorganizzazione. Tutto ciò è mancanza di attenzione e ci sarebbe da pensare: Forse i troppi impegni di questo periodo hanno fatto perdere di vista le priorità? E’ indubbiamente una mancanza di rispetto verso tante famiglie ma soprattutto verso figli fragili, che sono nostri stessi concittadini e che forse dovremmo tutti iniziare a conoscere un po’ meglio. 

Speranzosi che questa situazione possa risolversi entro la giornata di lunedì 28 e che inizi ad esserci più attenzione da parte di tutti verso i più fragili, auguriamo ai nostri studenti un sereno anno scolastico nonostante questo inizio purtroppo “ mancato”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapinatori armati di mazza nel centro commerciale Le Colonne: caos tra gli avventori

  • Nuovi contagi nelle scuole: positivi a Brindisi, Ostuni, Ceglie e Fasano

  • Coronavirus: nuovo picco in Puglia, contagi in aumento a Brindisi

  • Positivi al covid andavano a lavorare in campagna: denunciati

  • Bambino positivo al Covid: lo sfogo della zia, contro ignoranza e maldicenze

  • Coronavirus, escalation di ricoveri. Nel Brindisino continuano ad aumentare i positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento