Coronavirus, continua l'escalation di casi nel Brindisino

Aumentano i nuovi positivi in città e in provincia, registrati altri due decessi. I ricoverati sono 909 in tutta la regione

BRINDISI - Non accenna a diminuire l'escalation del Covid-19 nel Brindisino. Dopo le dichiarazioni di oggi (venerdì 06 novembre) del sindaco di Brindisi Riccardo Rossi, che sta valutando provvedimenti più restrittivi, si registrano due decessi e 109 nuovi casi positivi in tutta la provincia. I ricoveri in Puglia salgono a 909. Per quanto riguarda il bollettino giornaliero regionale, oggi in Puglia, sono stati registrati 7.728 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 946 casi positivi: 259 in provincia di Bari, 109 in provincia di Brindisi, 97 nella provincia BAT, 291 in provincia di Foggia, 106 in provincia di Lecce, 83 in provincia di Taranto, 3 residenti fuori regione. 2 casi di provincia di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti. Sono stati registrati 15 decessi: 2 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 7 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 594.530 test. I pazienti guariti sono 7.450, 15.629 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 23.881, così suddivisi: 9.669 nella Provincia di Bari; 2.579 nella Provincia di Bat; 1.687 nella Provincia di Brindisi; 5.718 nella Provincia di Foggia; 1.697 nella Provincia di Lecce; 2.365 nella Provincia di Taranto; 166  attribuiti a residenti fuori regione. I dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Scarica il bollettino epidemiologico Regione Puglia 6.11.2020

La situazione al Perrino

Presso l'ospedale Perrino sono ricoverati 44 pazienti Covid: 18 presso il reparto di malattie infettive, 17 in pneumologia, 9 in rianimazione, 9 nel centro post acuzie di Mesagne. Da oggi  sono disponibili 18 nuovi posti nel reparto di Medicina interna del Perrino. Due i decessi registrati nel bollettino regionale di oggi: si tratta di un paziente di 85 anni deceduto poco dopo l'arrivo in ospedale e di una paziente di 80 anni (deceduta in terapia intensiva).

Situazione a Carovigno 

I casi di positività al coronavirus a Carovigno è pari a 30. "Siamo sempre in attesa ancora di tutti i risultati dei tamponi effettuati in questi ultimi giorni, soprattutto ai cosiddetti contatti stretti. Due nostri concittadini sono ricoverati al Perrino di Brindisi". A renderlo noto il sindaco Massimo Lanzillotti. 
"Nella giornata di ieri e di oggi ho preparato personalmente un elenco di nominativi completo di numeri di telefono di nostri concittadini ancora in attesa di tampone oppure in attesa di esito del tampone già effettuato, prontamente inviato al direttore generale Asl Br dott. Giuseppe Pasqualone che ringrazio per la disponibilità". 

"I casi di positività nel nostro territorio continuano ad aumentare giornalmente, manteniamo alta la guardia, limitiamo al massimo la catena del contagio e rispettiamo tutte le disposizioni previste nell’ultimo Dpcm. L’ invito a tutti è quello di prestare la massima attenzione, usare correttamente la mascherina, igienizzarsi le mani spesso e mantenere il distanziamento evitando assembramenti nella maniera più assoluta. Tutto dipende dai nostri comportamenti.  Come sempre resto a disposizione di tutta la cittadinanza. Potete contattarmi per qualsiasi esigenza". 

Articolo aggiornato alle 17.50 (situazione a Carovigno)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento