Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

Differenziata: arrivano i "bollini" per i cittadini indisciplinati, ma resta la piaga assenteismo

Stamattina il sopralluogo della commissione consiliare Ambiente presso la sede di Teorema. Nuova iniziativa per sensibilizzare gli utenti e chiarimenti sui carrellati condominiali

BRINDISI - Un bollino giallo in caso di conferimento in orario e/o giorno sbagliato e uno rosso in caso di conferimento non conforme. Saranno apposti su carrellati o mastelli degli utenti che non effettuano la differenziata in modo corretto. 

In questo modo si cercherà di sensibilizzare la cittadinanza al rispetto del nuovo calendario della cosiddetta “porta a porta” entrato in vigore questa settimana. La novità è stata illustrata dal direttore tecnico della ditta Teorema, Gianni Milano, nel corso di un incontro con la commissione consiliare Ambiente presieduta da Roberto Quarta, svoltosi stamattina (venerdì 21 giugno) presso lo stabilimento dell’azienda in via Maiorana, nella zona industriale di Brindisi. Presente anche l’amministratore di condominio Salvatore Munafò, che ha espresso dubbi e perplessità con cui è alle prese la sua categoria.

Durante il confronto  sono state affrontate varie tematiche legate al servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e di nettezza urbana, gestito dalla società di Acquaviva delle Fonti (Bari) dallo scorso ottobre. Il presidente Quarta ha manifestato forte malcontento per la situazione di disagio che si è creata nei confronti dell’intera cittadinanza, che deve ancora metabolizzare le nuove regole di conferimento. 

Questione carrellati condominiali

Le principali incertezze scaturiscono dalla consegna dei nuovi mastelli per la raccolta della carta e della frazione indifferenziata. Quest’ultimo è dotato di un codice a barre che viene attribuito a ogni singolo utente. Ma anche sui carrellati condominiali si è creata una certa confusione. Su questo fronte, Gianni Milano ha fornito un importante chiarimento. I carrellati al servizio dei palazzi non saranno rimossi. L’azienda ne ha acquistati alcune migliaia che serviranno unicamente per i rimpiazzi di quelli rotti e per le nuove utenze commerciali. Sono 37mila, invece, i nuovi mastelli destinati ai singoli utenti che è possibile ritirare presso i centri raccolta materiali in via Pellizza da Volpedo (rione Sant’Elia, accanto alla palestra della Ginnastica La Rosa) e in via Torretta (rione Paradiso, alle spalle del campo sportivo). Laddove i condomini sono già muniti di carrellati, non è previsto l’obbligo, per i residenti, di scendere i mastelli. Le buste, insomma, possono essere conferite nei carrellati condominiali, come avviene da anni.

Conferimenti irregolari

Il problema è che non tutti i cittadini sono ligi alle regole. Per questo cominceranno a fioccare i bollini rossi e gialli. I primi saranno apposti sui contenitori in cui gli operatori di Teorema troveranno frazioni non conformi (ad esempio la carta, nel contenitore dell’indifferenziato). I secondi sui contenitori “posti in orario e/o giorno diverso da quello di raccolta”. In entrambi i casi, i contenitori non saranno svuotati. “Il mancato rispetto del calendario e delle sue regole – si legge su entrambi i bollini – è sanzionabile e prevede il mancato prelievo dell’operatore”.

Bollini Teorema

Il direttore Milano ha parlato delle difficoltà incontrate dai dipendenti nei grandi condomini, dove si può perdere anche un quarto d’ora di tempo per lo svuotamento dei contenitori, proprio a causa dei conferimenti irregolari. Altra anomalia rimarcata da Milano è la massiccia presenza, in una percentuale superiore al 50 percento, di carrellati condominiali per strada. “Il che è contrario – piega – ai principi basilari della raccolta differenziata”. Ma questo, come rimarcato da Munafò, è dovuto alla scarsezza di condomini con aree destinate esclusivamente al conferimento dei rifiuti.

Problema assenteismo

I consiglieri hanno sollevato varie problematiche, fra cui il servizio di spazzamento, che in alcune strade non avverrebbe nel migliore dei modi, e i disagi che si verificano in concomitanza con l’orario di ingresso nelle scuole, al passaggio dei mezzi di Teorema. Componenti della commissione hanno avanzato anche l’ipotesi di istituire divieti di sosta a giorni alterni sulle principali arterie cittadine, proprio per semplificare il lavoro degli operatori addetti allo spazzamento. 

Le questioni da risolvere sono molteplici. Nel corso della riunione è emersa l’esigenza di un maggiore confronto con l’amministrazione comunale e con il Dec (Direttore dell’esecuzione dei contratti) per trovare delle soluzioni a beneficio sia dei cittadini che degli operatori. Su questo fronte, però, resta da sciogliere il nodo assenteismo. Il direttore tecnico ha riferito che nella giornata odierna ben 45 lavoratori erano assenti e che praticamente ogni mattina si verifica la medesima situazione, delle volte anche con cifre più consistenti. Le ripercussioni sull’organizzazione del servizio sono inevitabili. 

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Differenziata: arrivano i "bollini" per i cittadini indisciplinati, ma resta la piaga assenteismo
BrindisiReport è in caricamento