Bomba Day: in campo oltre 200 volontari di Protezione civile

“Ringrazio i volontari e le loro associazioni per aver dato il massimo in un evento unico nel suo genere e per aver operato, come sempre, con professionalità e spirito di servizio"

BRINDISI - Si sono concluse ieri pomeriggio alle 14 le attività di Protezione civile svolte da oltre 200 tra volontari e funzionari del “sistema” di Protezione civile regionale sotto la supervisione del Dipartimento nazionale di Protezione civile.

Oltre 150 volontari del Coordinamento provinciale del volontariato di Protezione civile di Brindisi hanno operato, dalle 4 del mattino di domenica 15 dicembre, insieme alle forze dell’ordine presso i 39 varchi istituiti oltre il perimetro della zona rossa fornendo assistenza ed informazione alla popolazione. A questi vanno ad aggiungersi i volontari che hanno operato presso il Ccs (Centro coordinamento soccorsi) istituito dal Prefetto di Brindisi, Umberto Guidato, presso il Coc (Centro operativo comunale) attivato dal sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, che hanno assicurato le attività di comunicazioni radio, di segreteria, di mensa e le attività tecniche per la rete Tlc. Insieme a loro hanno operato numerosi funzionari della Sezione Protezione Civile della Regione Puglia che hanno anche dislocato a Brindisi mezzi e attrezzature della colonna mobile regionale, che sarebbero stati attivati in caso di emergenza, e funzionari del Dipartimento nazionale di Protezione civile.

Queste le associazioni di appartenenza dei volontari che hanno operato ieri a Brindisi: SerOstuni di Ostuni, Anpas di San Pancrazio Salentino, Prociv Arci di Erchie, Cb Quadrifoglio di Fasano, Sef di Francavilla Fontana, Un cuore per tutti di Cellino San Marco, Prociv Arci di Francavilla Fontana, Kailia di Ceglie Messapica, Radio Cb Mesagne, Agata Gallù di Torre Santa Susanna, Antonio Bianco di Torre Santa Susanna, Era provinciale Brindisi, Radio Soccorso Villa Castelli, Brunda di Brindisi, Gruppo Protezione Civile di Cisternino, Servizio Emergenza di San Donaci, Prociv Arci di Villa Castelli, Radio Soccorso Cb Brindisi, Protezione civile di San Pietro Vernotico. 

Oltre alle 200 unità che hanno operato ieri a Brindisi, altri 100 volontari, appartenenti al Coordinamento provinciale di Lecce, erano stati pre-allertati e sono stati pronti, nell’arco della mattinata, ad intervenire in poche decine di minuti nel caso ce ne fosse stato bisogno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ringrazio i volontari e le loro associazioni per aver dato il massimo in un evento unico nel suo genere e per aver operato, come sempre, con professionalità e spirito di servizio – dichiara il presidente del Coordinamento provinciale di Protezione civile di Brindisi, Giannicola D’Amico -. Come ringrazio anche i colleghi del Coordinamento di Lecce che hanno garantito il pronto intervento nel caso ce ne fosse stato bisogno, e tutte le istituzioni ad ogni livello che hanno riposto fiducia in noi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento