Brindisi, cartelle Arneo: "I sindaci facciano le verifiche del caso"

Dubbi sulla legittimità delle richieste avanzate dal consorzio. Federconsumatori si rivolge alle amministrazioni comunali

BRINDISI - Con la nuova ondata di cartelle dell’Arneo si ripropongono i dubbi riguardanti la legittimità delle richieste avanzate dal Consorzio di bonifica. La Federconsumatori chiede agli enti locali di intervenire a supporto dei proprietari di fabbricati ricadenti nel centro urbano.

In particolare l’associazione, tramite una nota della presidente di Brindisi, Concetta Somma, annuncia di aver chiesto “a tutti i sindaci del Brindisino, di verificare quali porzioni del territorio e nel dettaglio quali fabbricati abbiano un beneficio diretto e specifico dalla opere realizzate dal Consorzio di bonifica, atteso che la stragrande maggioranza dei centri urbani sono serviti dalle opere comunali di raccolta delle acque e di risanamento ambientale, per le quali i cittadini hanno già corrisposto gli oneri di urbanizzazione primaria, così come previsto dalla legge cosiddetta Bucalossi, la n. 10 del 1977.”

“Pur non avendo ricevuto risposta da nessuno dei Comuni interpellati – prosegue la presidente Somma - esortiamo nuovamente tutti i sindaci a verificare la fondatezza dell'inserimento nel piano di classifica del Consorzio per la Bonifica dell'Arneo, di tutti quei fabbricati urbani serviti dalle opere di fogna bianca e, se necessario, a predisporre una apposita relazione tecnica, per tutti quei cittadini interessati a contrastare la richiesta del tributo, quando esso appare non dovuto”.

“Tanto, sia, in coerenza – conclude Concetta Somma - con quanto previsto dalla stessa normativa in materia che assegna compiti specifici ai Comuni del bacino, ma, anche, per favorire una rinnovata fiducia dei cittadini nel ruolo importante della pubblica amministrazione e dell'efficacia di un'efficiente azione amministrativa”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Ceglie Messapica. Al San Raffaele positiva una fisioterapista. Altri in quarantena

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Cinque nuovi casi in provincia di Brindisi, nessuna persona deceduta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento