rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità

“Un mezzo per la vita”: anche i Boomdabash sostengono  la raccolta-fondi

La band salentina, dopo il grande successo nel tour estivo e la pubblicazione di “Venduti”, da sempre vicina alle tematiche sociali, lancia un appello attraverso BiggieBash per contribuire alla donazione di un nuovo mezzo all’Ail Brindisi

BRINDISI - Dopo il grande successo riscosso in estate su e giù per lo stivale e la pubblicazione di “Venduti”, i Boomdabash sono scesi in campo per sostenere la campagna di raccolta-fondi “Un mezzo per la vita”, ideata e promossa proprio da Pierpaolo Piliego, giornalista, opinionista televisivo ed esperto di basket in favore dell’AIL Brindisi, l’Associazione contro Leucemie, Linfomi e Mieloma. La raccolta ha l’obiettivo di donare nel giro di qualche mese un nuovo mezzo di trasposto all’associazione brindisina che ad oggi ha tagliato il traguardo dei dieci mila euro.

Lo hanno fatto tramite Angelo Rogoli, in arte BiggieBash, che ha lanciato un appello a nome della band salentina che da sempre è vicina ad ogni forma di iniziativa benefica.

“Abbiamo deciso di sostenere e abbracciare questa iniziativa sia perché è stata ideata e promossa da Pierpaolo che è da anni un nostro caro amico, sia perché è una iniziativa molto importante che ha come obiettivo l’acquisto di un mezzo da mettere a disposizione di tanta gente della provincia di Brindisi che soffre e ha bisogno di assistenza. Ed è per questo che sia noi, come Boombdabash, ma in generale ognuno di voi, possiamo e dobbiamo fare la nostra parte per far si che si possa raggiungere al più presto la somma necessaria per acquistare questa automobile. Confido nella vostra solidarietà e sono convinto che tutti insieme ce la faremo. Un saluto a tutti dai Boomdabash”.

A cavallo tra il 2018 e il 2019 una grave malattia, una Isticitosi Emofagocitica, una rara patologia del sistema immunitario, derivante da un disordine delle capacità immunoregolatrici, mette a serio rischio la vita di Pierpaolo. Dopo circa quattro mesi di ospedale, cinque biopsie midollari, dieci sedute di chemioterapia, otto mesi di cure, ed il sostegno di migliaia di amici, riesce a venirne a capo e riprendersi in mano la sua vita. Da qui il desiderio di sostenere un progetto concreto col quale poter aiutare centinaia di persone che affrontano un periodo difficile, supportandole nell’accompagnamento delle cure, grazie ad un mezzo di trasporto per coloro che non possono farlo in autonomia.

E’ possibile contribuire alla raccolta fondi in vari modi: 
1) Donazione online: con un bonifico sul conto corrente dedicato IBAN IT 30 F 03268 15900 05271 5875830, intestato ad AIL sezione di Brindisi, causale “Un mezzo per la vita”. O mediante PayPal all’indirizzo Pierpaolo Piliego @unmezzoperlavita 
2) Salvadanaio: richiedendo il kit “Un mezzo per la vita” composto da espositore, salvadanaio e depliant informativo per un corner-raccolta presso la propria azienda/scuola/associazione.
3) Evento: Organizzando un evento (cena, concerto, manifestazione sportiva …) i cui proventi saranno devoluti ad “Un mezzo per la vita”.

Tutte le info su: www.ailbrindisi.it; pagina Facebook @unmezzoperlavita
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Un mezzo per la vita”: anche i Boomdabash sostengono  la raccolta-fondi

BrindisiReport è in caricamento