rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021

Scuola e Polizia contro la violenza sulle donne: manifestazione al comprensivo "Commenda"

Presente, nel piazzale antistante la scuola, l’ufficio mobile della questura che sarà a disposizione di chi abbia bisogno di una consulenza o di un aiuto in maniera del tutto anonima o anche di chi voglia semplicemente conoscere questo presidio attivo sul territorio

BRINDISI - E' in corso di svolgimento, questa mattina, giovedì 25 novembre, in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, una manifestazione organizzata persso l’istituto comprensivo "Commenda" e la questura di Brindisi. Tra i presenti, il prefetto, il procuratore capo della Repubblica e le massime autorità civili e militari. Nel corso della manifestazione verrà proiettato uno spot realizzato con i contributi di Al Bano, Negramaro, Flavia Pennetta, Boomdabash, Marco Di bello e Nicoletta Manni.

WhatsApp Image 2021-11-25 at 11.02.19-2

“Siamo sempre stati in prima linea – afferma Patrizia Carra, dirigente scolastico del comprensivo Commenda – nel contrastare il fenomeno della violenza in ogni sua forma: la scuola si fonda su principi saldi che cerchiamo ogni giorno di trasmettere alle nuove generazioni, il più importante è il rispetto dell’altro. Partendo da qui cerchiamo nel tempo di costruire menti solide e critiche, che sappiano includere l’altro, ma che sappiano anche, all’occorrenza, accettare di lasciarlo andare, che sappiano metabolizzare un “no” vivendolo come punto di partenza e non come irrimediabile sconfitta. Questa volta insieme alla polizia di Stato, vogliamo andare oltre, fare di più.”

Presente, nel piazzale antistante la scuola, l’ufficio mobile della questura che sarà a disposizione di chi abbia bisogno di una consulenza o di un aiuto in maniera del tutto anonima o anche di chi voglia semplicemente conoscere questo presidio attivo sul territorio.
 

Video popolari

Scuola e Polizia contro la violenza sulle donne: manifestazione al comprensivo "Commenda"

BrindisiReport è in caricamento