menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Approvata la delibera per i buoni spesa: stanziati 640mila euro

Misure urgenti della Giunta comunale per fronteggiare l'emergenza Covid. Famiglie divise in due fasce in base al reddito

BRINDISI - La Giunta comunale ha approvato oggi (2 dicembre) la delibera con le misure urgenti di solidarietà alimentare connesse all’emergenza Covid. Tali misure prevedono aiuti alle famiglie, per un importo totale di 640mila euro, sotto forma di buoni spesa che saranno erogati in maniera elettronica. In particolare, potranno presentare istanza finalizzata all’ottenimento dei buoni spesa cittadini residenti nel Comune di Brindisi la cui situazione socio economica sarà suddivisa in due fasce.

La fascia A per le famiglie il cui reddito netto nel mese di novembre 2020 non supera i 600 euro come somma dei redditi di tutti i componenti (reddito di cittadinanza – Red – Rei – indennità di mobilità – cassa integrazione - Naspi - misure di sostegno previste dal decreto Cura Italia), ad eccezione dell’indennità di accompagnamento. Per questa fascia l’importo del buono spesa sarà così determinato: nucleo familiare composto da 1 persona €. 150,00; nucleo familiare composto da 2 persone €.250,00; nucleo familiare composto da 3 o 4 persone €.400,00; nucleo familiare composto da 5 persone o più  €.500,00.

La fascia B per le famiglie il cui reddito, nel mese di novembre 2020, va da 601 a 1.200 euro sempre come cumulativo di tutti i componenti della famiglia (reddito di cittadinanza – Red – Rei – indennità di mobilità – cassa integrazione - Naspi - misure di sostegno previste dal decreto Cura Italia), esclusa l’indennità di accompagnamento. Nel caso di appartenenza alla fascia B l’importo del buono spesa sarà così determinato: nucleo familiare composto da 1 persona €. 100,00; nucleo familiare composto da 2 persone €.150,00; nucleo familiare composto da 3 o 4 persone €.200,00; nucleo familiare composto da 5 persone o più  €.250,00.


Inoltre, saranno erogati buoni spesa, sulla base delle autodichiarazioni rese, con priorità nei riguardi dei cittadini in possesso dei requisiti di cui al punto A); le istanze dei cittadini di cui al punto B) saranno soddisfatte nei limiti delle risorse stanziate; l’accettazione dell’istanza sarà subordinata al verificarsi della condizione che nessun componente del nucleo familiare abbia, alla data del 30/11/2020, uno o più depositi o conto correnti bancari e/o postali, nonché titoli (obbligazioni, fondi comuni,azioni, ecc..) per un valore complessivo familiare, ossia  sommato tra tutti i componenti del nucleo familiare, superiore ad € 5.000,00; l’assenza di dichiarazione relativa al reddito e/o al possesso di depositi, conti correnti e titoli comporterà l'automatica esclusione dal beneficio; la domanda potrà  essere presentata da una sola persona per nucleo familiare; sarà possibile utilizzare i buoni spesa presso gli esercizi commerciali che manifesteranno l’interesse in tal senso ed il cui elenco sarà disponibile sul sito ufficiale del Comune di Brindisi.

Sarà data priorità alle domande della fascia A, ossia le famiglie con i redditi più bassi, a seguire verranno esaminate le domande della fascia B sino alla concorrenza delle somme a disposizione. Per entrambe le fasce sarà seguito l'ordine cronologico di ricezione delle domande. Le modalità, con tutti gli ulteriori dettagli, saranno comunicate nei prossimi giorni e saranno attive entro una settimana. Così come avvenuto per i buoni spesa erogati nell’aprile scorso, le domande accolte saranno trasmesse alla Guardia di Finanza per i controlli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

E' Anna Lucia Matarrelli la nuova comandante della polizia locale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento