rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Attualità

L’agenzia nazionale giovani a Palazzo Guerrieri per Erasmus+

Appuntamento giovedì 15 settembre alle ore 15,30. Saranno presenti Lucia Abbinante. direttrice generale della agenzia nazionale giovani e Mino Vicenti, project manager della associazione accreditata Link

BRINDISI -  In vista della scadenza dei bandi di ottobre, giovedì 15 settembre alle ore 15,30 Palazzo Guerrieri organizza un incontro dedicato a Erasmus+ con Lucia Abbinante direttrice generale della agenzia nazionale giovani e Mino Vicenti, project manager della associazione accreditata Link.

A fare gli onori di casa Giulio Gazzaneo, consigliere comunale referente per Palazzo Guerrieri e Politiche giovanili. “A luglio, nell’ambito del Progetto Case di Quartiere, abbiamo presentato i programmi Erasmus+, – spiega Giulio Gazzaneo -. Ora siamo a ridosso di una delle scadenze del programma e vorremmo che la città di Brindisi rispondesse in maniera incisiva a questa opportunità, aperta sia direttamente ai giovani sino ai 30 anni che alle associazioni giovanili e del Terzo Settore. Lo sportello Invia, attivo presso Palazzo Guerrieri, potrà accompagnare e supportare la progettazione di chi intenderà partecipare”.

Ad entrare nel merito del potenziale del programma Erasmus+ e dei numerosi risultati già raggiunti sarà direttamente l’agenzia nazionale per i giovani, ente governativo che per il tramite dei beneficiari dei vari bandi attivi, offre ai ragazzi dai 13 ai 30 anni opportunità ed occasioni in tema di mobilità, formazione, educazione, volontariato e scambio.

“Voglio partire proprio dall’evidenziare i risultati raggiunti dalla Puglia in questi ultimi anni, grazie alla partecipazione al programma Erasmus+ - dichiara la direttrice generale dell’Ang Lucia Abbinante. L’agenzia nazionale per i giovani ha infatti finanziato 311 progetti, presentati da 111 associazioni beneficiarie. Sottolineo – continua la direttrice- che circa il 20 per cento dei progetti ha come topic la Youth Participation, Youth Work, Youth Policy, dato che dimostra il desiderio dei giovani pugliesi di essere parte attiva dei processi e dei percorsi nelle nostre città. Sono ben 11.594 i giovani coinvolti: 11.594 volti, 11.594 racconti di vita, 11.594 scelte importanti. È di questi piccoli grandi traguardi che voglio parlare. Eramus+ è davvero una grande opportunità di apprendimento, che offre crescita personale e professionale. È il programma europeo che, come recita lo slogan, “arricchisce la vita, apre la mente” – conclude la direttrice.

Ai bandi della “Azione chiave 1- Mobilità dei giovani e degli animatori socioeducativi” possono partecipare, oltre agli enti locali, sia organizzazioni come per esempio associazioni, sia gruppi informali di giovani che hanno la possibilità di realizzare progetti di partecipazione attiva alla vita democratica a livello locale, regionale, nazionale ed europeo, realizzando percorsi di impegno dei giovani dai 13 ai 30 anni nella quotidianità. Le attività dedicate agli Youth workers, finanziabili con un budget sino ai 60.000 a progetto, sono numerose: workshop, dibattiti, giochi di ruolo, simulazioni, uso di strumenti digitali, campagne di sensibilizzazione, esercitazioni, incontri e altre forme di interazione online o offline tra giovani e decisori politici, consultazioni, eventi informativi.

I progetti devono avere una durata che va da 3 a 24 mesi, e possono essere realizzati localmente oppure includere un elemento di mobilità in uno o più Paesi aderenti al programma. I giovani dai 18 ai 30 anni partecipano formando un gruppo informale dove un membro del gruppo presenta la domanda a nome di tutti. Alla presentazione dell’azione chiave 1 seguirà un laboratorio tenuto da Mino Vicenti, Youth worker e project manager dell'associazione accreditata Erasmus+, Link. L’incontro, aperto a tutti i cittadini interessati, è organizzato dai progetti del Comune di Brindisi Case di Quartiere e Circolo della Legalità. Link per la registrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’agenzia nazionale giovani a Palazzo Guerrieri per Erasmus+

BrindisiReport è in caricamento