Approvati in giunta i progetti di utilità collettiva

Circa 250 persone saranno impegnati in attività come supporto scuola, tutela ambientale, monitoraggio civico, Brindisi cultura

BRINDISI - La giunta comunale ha approvato la delibera per i Puc (progetti di utilità collettiva) destinati ad attività cosiddetta di restituzione sociale per coloro che ricevono sostegno economico statale (reddito di cittadinanza). I quattro ambiti di interesse, in cui saranno impiegate in totale 250 persone, sono: supporto scuola, tutela ambientale, monitoraggio civico, Brindisi cultura.

Nel supporto scuola saranno impiegate 100 unità che si occuperanno di vigilanza e sorveglianza presso gli edifici scolastici di Brindisi. Nella tutela ambientale ci saranno 50 unità, dislocate in tutti i quartieri, come supporto alla ditta che gestisce la raccolta dei rifiuti per vigilanza dell’ambiente e attività di informazione. Nel monitoraggio civico 50 unità si occuperanno di supporto alla Protezione civile, come sicurezza e controllo e cittadinanza attiva in eventi, fiere, mercati, ricorrenze civili e religiosi o presso i cimiteri. Infine ulteriori 50 unità rientrano nel progetto Brindisi cultura come supporto alla fruizione dei beni culturali del Comune di Brindisi (o enti convenzionati) per incrementare le ore di apertura ed assicurare la fruizione anche durante i giorni feriali e festivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Polpo da record: giornata di pesca fruttuosa a Lendinuso

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Sgombero da alloggio popolare: la famiglia resiste, sfratto prorogato

  • Covid-19: oltre 10mila i tamponi effettuati. I positivi continuano a crescere

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento