Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

Fuggire dalla violenza e chiedere aiuto: in questura "la stanza delle parole non dette"

Sarà inaugurata lunedì 8 marzo alle ore 11.30 grazie alla disponibilità dell'associazione Inner Wheel Club di Brindisi

BRINDISI - Sarà inaugurata lunedì 8 marzo, giornata internazionale della donna, alle ore 11,30, presso la questura di Brindisi, la "Stanza delle parole non dette",  grazie alla disponibilità dell'associazione Inner Wheel Club di Brindisi. Si tratta di un luogo protetto ed attrezzato, all’interno del quale, accolti da personale preparato, i bambini o le donne in fuga da violenze ovvero vittime di abuso possono aprirsi, raccontare il proprio disagio e chiedere aiuto. In questa stanza, donne e bambini traditi, il più delle volte, da una persona a loro cara, troveranno le braccia aperte di personale specializzato della polizia di Stato, pronto a raccogliere immediatamente le denunce, sostenendoli anche con l’attivazione di contatti immediati con la rete antiviolenza presente nel territorio.

I dati raccolti nell’anno 2020, tragicamente segnato dalla forzosa coabitazione dovuta alle prescrizioni dettate per favorire il contenimento del Covid-19, ha portato, proprio, questo ufficio a denunciare oltre 70 episodi di maltrattamenti in famiglia e applicare 7 provvedimenti di ammonimento. Oggi, grazie all’introduzione normativa del “Codice Rosso”, le gravi condotte, in passato non adeguatamente tipizzate, hanno trovato una risposta adeguata. La polizia di Stato, da ultimo, ha introdotto il nuovo applicativo “Scudo” in cui confluiscono tutti gli interventi delle pattuglie (polizia e carabinieri) per violenza domestica. I dati inseriti sono, quindi, patrimonio comune e consentano agli operatori, in tempo reale e in fase di primo intervento, di consultare e individuare informazioni che riguardino soggetti o luoghi, oggetto di precedenti segnalazioni.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuggire dalla violenza e chiedere aiuto: in questura "la stanza delle parole non dette"

BrindisiReport è in caricamento