menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scrutatori, domande al Comune di Brindisi entro il 30 novembre

Pubblicato l’avviso per la formazione dell’albo dal quale attingere tramite sorteggio in occasione delle elezioni. Le prossime sono quelle regionali

BRINDISI – Avviso rivolto a tutti gli elettori del Comune di Brindisi: c’è tempo sino al 30 novembre per presentare domanda ai fini dell’inserimento nell’elenco degli scrutatori.

L’avviso

L’Amministrazione cittadina ha pubblicato l’invito firmato dal sindaco, Riccardo Rossi, finalizzato alla formazione dell’albo unico delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale. “L’inclusione nel predetto Albo è subordinata al possesso dei seguenti requisiti: essere elettore del Comune; avere assolto gli obblighi scolastici”, si legge nel testo.

Per il ritiro dei modelli di domanda e per ogni altra informazione, è possibile  rivolgersi al personale dell’ufficio elettorale comunale durante il normale orario di lavoro.

Stando alle disposizioni di legge in materia, non possono esercitare le funzioni di presidente dell’ufficio elettorale di sezione, di scrutatore e di segretario le persone che appartengono alle seguenti categorie: coloro che alla data delle elezioni, hanno superato il settantesimo anno di età; i dipendenti dei Ministeri dell’interno, delle poste e delle telecomunicazioni e dei trasporti; gli appartenenti alle Forze armate in servizio;  i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti; i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli Uffici elettorali comunali e, infine, i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.

Il sorteggio

Attualmente nell’albo  ci sono 7.651 elettori idonei a svolgere le funzioni di scrutatori ai seggi elettorali. Ed è da questa lista che la commissione elettorale dovrà sorteggiare i nominativi destinati alle 80 sezioni elettorali più le tre sezioni speciali. Sempre tramite sorteggio dovranno essere scelte le riserve, da chiamare nel caso in cui i “titolari” dovessero rinunciare o nel caso di impedimento all’ultimo minuto. Il prossimo appuntamento elettorale è quello per le regionali, con scelta diretta del presidente della Regione Puglia e dei consiglieri.

Il Comune di Brindisi ha deciso di abbandonare in via definitiva la strada della lottizzazione politica, vale a dire della scelta su chiamata degli scrutatori, molto spesso parenti, amici o amici degli amici, alla base di polemiche in occasione delle ultime tornate elettorali. Il cambio di rotta è stato approvato dalla commissione elettorale del Comune il  2 maggio scorso: l’assessore Mauro Masiello, titolare anche delle deleghe alla Legalità e alla Trasparenza, era presente in funzione di presidente, e i consiglieri Rossella Gentile, Livia Dell’Anna e Umberto Ribezzi, componenti, espressione di maggioranza e opposizione. Restano in carica sino all’insediamento della nuova Amministrazione. La commissione elettorale, infatti, è l’unica a restare “funzionante” anche nel caso di fine anticipata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia, prosegue il calo dei posti letto occupati

  • Attualità

    Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento