Discarica Autigno, Multiservizi cerca ingegnere per gestione ambientale

Il bando pubblicato solo sul sito internet della partecipata, nonostante l’urgenza del Comune alla riapertura: domande entro domani

BRINDISI – Non c’è stato alcun comunicato rivolto alla stampa e di conseguenza ai potenziali candidati, se non un avviso pubblicato sul sito internet della Multiservizi: la società partecipata del Comune cerca “ingegneri abilitati o studi di ingegneria esperti nel settore ecologico-ambientale, specializzati nella progettazione e gestione delle discariche” per la riapertura del sito di Autigno. Discarica dalla quale l’Ente spera(va) di incassare due milioni e 700mila euro, a tutto vantaggio del bilancio in condizioni di pre-dissesto.

La discarica di rifiuti solidi urbani di Autigno

L’avviso

Nonostante l’urgenza per la riapertura della discarica di proprietà comunale, la partecipata ha deciso di fare affidamento unicamente al suo sito internet, evidentemente ritenuto più che sufficiente per un’adeguata pubblicità. Navigando on line, dopo aver cliccato sulla sezione delle notizie flash si scopre – casualmente – che lo scorso 17 settembre è stato pubblicato l’”avviso” per il “servizio di ingegneria 2019”. Avviso che scade domani, martedì 24 settembre 2019, alle ore 13.

La società spiega che è “possibile procedere all’individuazione dell’affidatario mediante espletamento di procedura negoziata, previa pubblicazione di avviso per manifestazione di interesse” e  che, al fine di garantire l’individuazione del professionista/studio di ingegneria entro la fine del mese corrente, è opportuno ridurre il termine per la presentazione della manifestazione d’interesse a sette giorni individuando, quindi, quale termine per l’invio il 24/09/2019”. Polemiche a parte da chi sostiene che ci sia stata scarca pubblicità all'avviso, la domanda dovrà pervenire a mezzo pec all’indirizzo brmulti@pec.it,  unitamente al curriculum vitae.

Il progetto

Multiservizi, stando a quanto è scritto, “rende noto che intende individuare ingegneri abilitati/studi di ingegneria esperti nel Settore Ecologico-Ambientale, specializzati nella progettazione e gestione delle discariche, da invitare ad una procedura negoziata sotto soglia, in considerazione della necessità di procedere in tempi rapidi alla redazione, in favore del Comune di Brindisi, di elaborati progettuali, in collaborazione con il responsabile tecnico della Brindisi Multiservizi, Fernando Dell’Anna, volti a supportare il percorso tecnico-amministrativo teso alla piena riabilitazione ecologica e funzionale della discarica comunale di Autigno”.

Il professionista (o i professionisti) dovranno redigere “apposito progetto reso in conformità al decreto legislativo 13 gennaio 2003 numero  36 “Attuazione della direttiva 1999/31/CE relativa alle discariche di rifiuti” e al D.Lgs. del 3 aprile 2006 n. 152 “Norme in materia ambientale”.

Più esattamente, l’incarico consiste nella redazione di elaborati tecnici che prevedano: “ un piano quotato della discarica e la stima dei volumi di abbancamento;  l’indicazione sull'impianto di trattamento del percolato;  il piano di abbancamento e riprofilatura morfolica con tavole e relazione;  lo stato della Mise e la risoluzione di possibili interferenze/sinergie;  la modulazione fluido-dinamica del percolato;  la gestione ambientale (biogas/percolato/acque meteoriche); il piano di monitoraggio e controllo e una relazione geologica/geotecnica”. Il tempo assegnato per la consegna dell’elaborato sarà di giorni 30 (trenta) dalla sottoscrizione della convenzione.  Si tratta di attività necessarie per riaprire la discarica, dopo il dissequestro disposto dal gip del Tribunale di Brindisi, su istanza dello stesso Comune, dopo i sigilli apposti nel mese di maggio 2015, nell'inchiesta sul possibile inquinamento della falda.

Il Noe ad Autigno

I requisiti

 Ai fini della formulazione della manifestazione d’interesse è previsto come obbligatorio un sopralluogo, da concordarsi con il responsabile tecnico (3476916191), a disposizione per chiarimenti e consultazione della documentazione.  I concorrenti, a pena di esclusione, devono essere in possesso dei seguenti requisiti: “idoneità professionale,  laurea magistrale in ingegneria civile, abilitazione all’esercizio della professione, specializzazione nel settore ecologico-ambientale, discariche e bonifica di siti contaminati; capacità tecnica: aver effettuato negli ultimi tre anni (2016-2017-2018) almeno un’esperienza nelle attività di progettazione e bonifica di siti contaminati”. Saranno invitati alla procedura i primi tre ingegneri/studi di ingegneria che avranno presentato richiesta di invito e risultino in possesso dei necessari requisiti. La cronologia verrà determinata sulla base dell’ordine nel quale perverranno le manifestazioni di interesse all’indirizzo pec.

L’importo a base d’asta

 La successiva procedura sarà aggiudicata mediante il criterio del prezzo più basso sulla base d’asta, pari a 21mila euro, oltre fiscali. Ulteriori informazioni potranno essere richieste al responsabile tecnico, Dell’Anna al seguente indirizzo di posta elettronica: ufficiotecnico@brmultiservizi.it. Responsabile del procedimento è l’amministratore unico, Giovanni Palasciano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Giovane malmenata in strada: carabiniere fuori servizio blocca fidanzato violento

  • Ostuni torna a popolarsi di vip, fra cantanti ed ex campioni del mondo

  • Mesagne, un tuffo nel blu: quando l’asfalto si fa tela

Torna su
BrindisiReport è in caricamento